Roma-Teramo: le voci dei due coach.

E’ un Marco Calvani deluso quello che si presenta in conferenza stampa dopo la sconfitta contro la Banca Tercas Teramo per 85 -93: “Abbiamo fatto tanto nell’ultimo periodo per arrivare alla situazione odierna e oggi credo che abbiamo compromesso abbastanza quello che poteva essere un percorso ed un’inerzia positiva che ti può spingere in avanti, detto questo comunque non molliamo. Peccato non essere stati capaci stasera di concretizzare un risultato che sicuramente ci avrebbe permesso di guare con un po’ più di fiducia al futuro. Questa sera ci sono stati due aspetti fondamentali, difensivamente siamo stati impresentabili subendo 93 punti in casa, pensavamo di stare intorno ai 75 subiti per farci un’idea, provando a darci un riferimento e invece abbiamo fallito. L’altro aspetto, cosa strana rispetto ad altre partite, ho visto, offensivamente dell’egoismo. Credo sia stata la prima volta, dove c’era un compagno libero abbiamo forzato un tiro invece di passare la palla, dove potevamo penetrare ci siamo accontentati, questa cosa mi sorprende perchè non l’avevo vista in passato. Mi dispiace per i tifosi che sono venuti stasera, gli chiedo voglio chiedere scusa.”

Di umore del tutto opposto coach Ramagli: “Abbiamo disputato una buona partita. Ottimi gli ultimi due quarti, male i primi due nei quali abbiamo dormito. Sono felice per questa vittoria che è importantissima per la nostra classifica e ci dà molte soddisfazioni. La salvezza non è ancora raggiunta ma se continuiamo così la salvezza arriverà sicuramente.ard