Roma-Reggio Emilia: due squadre in cerca di riscatto

Secondo appuntamento consecutivo al PalaTiziano per la Virtus Roma. Dopo la sconfitta di domenica scorsa contro Cantù, gli uomini di coach Calvani saranno impegnati con la neopromossa Trenkwalder Reggio Emilia (domenica ore 18,15), fresca vincitrice dello scorso campionato di Legadue.

Roma arriva al match al gran completo e in buone condizioni sia fisiche che psicologiche. Dopo la convincente vittoria all’esordio in quel di Pesaro, la sconfitta con Cantù ha comunque fatto capire che qualcosa di buono quest’anno può essere costruita. Ora contro la Trenkwalder ci si attende che i giallorossi siano in grado di fornire bel gioco e fare propri i due punti. Sarebbe infatti un peccato raccogliere due sconfitte dal doppio turno casalingo, anche in virtù della trasferta, a di poco proibitiva, di Milano di lunedì 22.

Reggio Emilia, dal canto suo, sbarca nella capitale dopo due sconfitte consecutive: in casa contro Siena (56-61) e a Treviso contro la Reyer Venezia (60-58). Ancora zero punti quindi per gli emiliani, ma il calendario di certo non ha aiutato: un esordio contro i campioni d’Italia e una trasferta sul campo di una delle regine del mercato estivo possono essere tappe proibitive per chiunque, figuriamoci per una società che si ri-affacciava alla serie A dopo sei anni d’assenza.

Per Reggio sarà fondamentale contare sulla costante crescita di Andrea Cinciarini. Emigrato da Cantù con il desiderio di avere un minutaggio maggiore, il play azzurro dovrà portare i suoi per mano e innescare le bocche da fuoco Donnel Taylor, al suo secondo anno in Emilia, e Mladen Jeremic, l’anno scorso all’Hemofarm Vrsac. Altro “big” da tenere d’occhio sarà Greg Brunner. L’ex Montegranaro e Cantù, per l’esperienza accumulata nel nostro campionato, non potrà certo tirarsi indietro soprattutto sul fronte rimbalzi (9.5 di media fino ad oggi). Sarà compito di Lorant e Lawal cercare di limitarlo e riscattare così le opache prestazioni fornite domenica scorsa quando entrambi hanno sofferto terribilmente il canturino Tyus. Poi toccherà a Goss e soprattutto a Datome infuocare il PalaTiziano.

Arbitreranno l’incontro Tolga Sahin, Carmelo Lo Guzzo, Massimiliano Barni.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata