Roma è salva, ma ora c’è da costruire una squadra

“Eppur si muove” diceva qualcuno. A Roma infatti, ad iscrizione avvenuta,  si inizia a pensare a quali possano essere le pedine che formeranno la Virtus 2012/13. Quello che è certo che si opererà, salvo improbabili ripensamenti, con un budget risicato all’osso.

Il nuovo gm con molta probabilità sarà Nicola Alberani, ex responsabile tecnico di Forlì. Il 37enne, molto esperto del mercato americano, nei giorni scorsi era stato molto vicino a Brindisi che stava cercando il sostituto di Giuliani.

Sul fronte giocatori pare ormai certa la conferma di Gigi Datome che rivestirà anche il ruolo di capitano. Tante squadre interessate all’ala sarda ma tutte, da Milano a Cantù, hanno dovuto battere in ritirata. Altri giocatori ancora sotto contratto sono Gordic e Crosariol. Per il serbo potrebbe non essere tanto remota l’ipotesi di una permanenza all’ombra del Colosseo, per l’ex azzurro invece pare che si stia trattando una risoluzione consensuale del contratto visto l’alto ingaggio.

Capitolo allenatore. Tanti, forse troppi, sono i nomi che circolano nell’ambiente romano. Per Calvani, che l’anno scorso iniziò la stagione come vice di Lardo e poi ne prese il posto, è possibile una riconferma. Il sogno proibito però risponde al nome di Luca Dalmonte. Il coach ex Avellino è reduce da un’ottima stagione a Pesaro ma è vincolato contrattualmente con la FIP. Altri nomi accostati ai giallorossi sono quelli di Djordjevic, Bechi e Caja. Quest’ultimo però pare sia vicino al rinnovo contrattuale con Cremona.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata