Precisazioni di Toti sul “caso Siena”

In relazione all’articolo pubblicato oggi sul quotidiano “Corriere dello Sport-Stadio”, intitolato “Roma: togliete il titolo a Siena”, il Presidente della Virtus Roma fa presente che l’esposto in tale articolo citato, presentato alle Autorità competenti, è correlato ai recentissimi, nuovi elementi emersi – e pubblicati su giornali nazionali – relativamente alle indagini del procedimento penale pendenti presso il Tribunale di Reggio Calabria, ed è finalizzato all’accertamento della verità.

Ed invero, i suddetti fatti, qualora confermati, si rivelerebbero di indubbia gravità ed assolutamente lesivi degli interessi della Federazione Italiana Pallacanestro nonché, in particolare, della Virtus Roma, che in quel campionato si è classificata al secondo posto e che quindi ha chiesto, tra l’altro, l’immediato avvio del procedimento volto ad acclarare la sussistenza dei presupposti per la revoca dell’assegnazione del titolo a suo tempo assegnato, con ogni conseguente determinazione.

Giova peraltro sottolineare che, qualora confermati, i fatti menzionati nei recenti articoli pubblicati sui giornali nazionali, risulterebbero in linea con i sospetti a suo tempo manifestati dal Presidente Toti, che pretende dunque il pieno accertamento della verità, confidando nell’operato degli Organi di Giustizia Sportiva.

Spiace altresì notare come fatti inerenti a un procedimento di Giustizia Sportiva siano stati immediatamente divulgati agli organi di stampa, violando il segreto istruttorio che per fatti così importanti sarebbe necessario.

Pallacanestro Virtus Roma