Post-partita Roma-Siena, Calvani: “Alleno una squadra forte e solida mentalmente”

In sala stampa arriva un Calvani raggiante ma allo stesso umile. Il coach romano non vuole le luci della ribalta, ma pretende che i titoli dei giornali siano per altri: “Un grazie allo staff sanitario, fisioterapisti, ai medici perché abbiamo avuto qualche acciacco negli ultimi dieci giorni e hanno fatto un grande lavoro. Slokar è stato fermo per dieci giorni e non si è allenato, Datome, Mordente e Maestranzi hanno avuto piccoli acciacchi e nonostane tutto sono scesi in campo. Il secondo pensiero va ad Antonello Riva e al Presidente Toti perché in un momento di difficoltà dove, credo che fosse sotto gli occhi di tutti, i due playmaker non stavano rendendo come avremmo voluto tutti quanti mi hanno dato serenità, non mi hanno mai messo tensione e siamo stati luci nel gestire la situazione. Questa vittoria è frutto del lavoro di tutti, del gruppo. Quando c’è sintonia tra management e staff tecnico le cose funzionano meglio e sono molto più semplici. Poi voglio ringraziare i giocatori perché ho la fortuna di allenare una squadra forte, e se non hai giocatori forti non vinci. Sono contento di allenare questi giocatori che in queste settimane sono stati bravi a capire che bisognava fare un passo avanti per alzare il livello dell’attenzione e soprattutto per cercare di diventare solidi mentalmente. Se una squadra è solida mentalmente riesce ad arrivare alla fine della partita cinque punti sotto contro i Campioni d’Italia riuscendo a recuperare e a vincere la partita. Bravi i giocatori.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata