Missione compiuta per Roma: espugnata Avellino per 88 a 82

Missione compiuta. Roma batte Avellino 88 a 82, agguanta in classifica, all’ottavo posto, gli irpini a quota 26 e riesce a ribaltare anche la differenza canestri in virtù del 99 a 96 dell’andata. Roma ringrazia un Tucker da 22 punti (tutti realizzati nel secondo tempo) e un Gordic da 20 punti con 6/7 da due, 2/3 da tre, 4 assist e 26 di valutazione. Avellino ci mette tanto cuore ma le sue rotazioni, che definire corte è un eufemismo, risultano fatali. Vitucci non può contare sul lungo degente Dean, su Ferrara e soprattutto su Johnson e può mettere a referto solo 7 uomini l’ultimo dei quali è Soloperto, centro da 6 minuti scarsi di impiego in stagione. A nulla valgono i 19 punti di Golemac, i 18 + 10 assist di Green e i 17 di Slay.

Avellino parte con Green, Infanti, Gaddefors, Golemac e Slay. Roma risponde con Gordic, Tucker, Datome, Slokar e Varnado. I primi 5’ sono di marca Sidigas: 5 punti consecutivi di Slay trascinano Avellino sul +6 (10-4). Le rotazioni ridotte all’osso iniziano però a farsi sentire e Roma prima si rifà sotto (25 pari al 14’) poi mette il naso avanti e prova a scappare (30-37 al 18’). Solo uno scatenato Spinelli riesce a tenere a galla i suoi: al 20’ Avellino è ampiamente in gioco sul 33 a 39.

Il rientro dagli spogliatoi segna il ritorno in partita di Green, precedentemente condizionato dai falli, e Avellino riicomincia a “girare”. Non è un caso che al 30’ la Scandone è avanti di 5 sul 67 a 62.  Nell’ ultimo quarto, però, la Virtus fa pesare la maggiore profondità della panchina: un parziale di 9 a 2 porta i capitolini avanti sul 71 a 69 al 34’. Tucker nel finale di partita è scatenato e con l’aiuto di Mordente tiene a distanza gli irpini: al 38’ il punteggio vede la Virtus ancora condurre sull’83 a 79. Negli ultimi 100″ la Sidigas prova  a ricucire lo strappo ma la spia del serbatoio è ormai accesa. A festeggiare è Roma che ora può davvero sperare nella post-season. Post-season che per Avellino diventa sempre più complicata da raggiungere.

Sidigas Avellino: Green 18, Gaddefors 10, Ferrara n.e., Alborea n.e., Spinelli 11, Norcino n.e., Infanti 5, Golemac 19, Izzo n.e., Soloperto 2, Slay 17, Johnson n.e.. Coach: Frank Vitucci

Acea Roma: Marchetti n.e., Tonolli, Mordente 12, Crosariol n.e., Datome 10, Kakiouzis 10, Gordic 20, Maestranzi 7, Tucker 22, Varnado 4, Slokar 3. Coach: Marco Calvani