L’Italia supera anche l’Ucraina e fa due su due ad Eurobasket

marco belinelli italia nazionale 2017-08-09

“Voglio sapere di chi è questa squadra” chiedeva Ettore Messina in amichevole. La risposta recita Marco Belinelli, il quale conduce gli azzurri alla seconda vittoria per 78-66 contro l’Ucraina.

26 punti per il nativo di San Giovanni in Persiceto, che con una raffica di triple sblocca gli azzurri in un momento difficile(forse ispirato dalla presenza in tribuna di Gregg Popovich). Ma non è solo il singolo talento a fare la differenza, infatti il più delle volte si tratta di tiri costruito con tanti passaggi  (17 assist di squadra) che consentono al Beli, ma anche ad Aradori e Datome, di perforare la retina avversaria.

Eppure l’Italia aveva mostrato molte difficoltà contro il Pick&Roll centrale (parecchie le schiacciate ucraine) con Cusin-Biligha in evidente difficoltà contro i lunghi avversari. La risposta è arrivata, ancora una volta, di squadra con una serie di aiuti difensivi che hanno aiutato la difesa azzurra a superare i propri limiti.

Daniel Hacket è sicuramente il migliore a condurre la regia azzurra (7+6+6 ) ma l’impatto di Ariel Filloy è ancora una volta sorprendente per carattere e qualità. 12 punti e un 4/5 da tre decisamente pesante.

Non mancano gli errori (troppe palle perse) e c’è rammarico per i tanti liberi sprecati (11/21) ma la via mentale è sicuramente quella giusta e coach Messina non può che esserne felice. Ma domani con la Lituania sarà molto più difficile delle prime due sfide.

Italia: Hackett 6, Belinelli 26, Aradori 13, Filloy 12, Biligha 3, Melli, Cusin 3, Cinciarini, Abass, Baldi Rossi 3, Burns, Datome 12

Ucraina: Pustozvonov 2, Kolochenko 8, Lukashov 9, Otverchenko 2, Lypovyy, Bobrov 4, Zaytsev 6, Kravstov 11, Pustovyi 11, Koniev, Mishula 3