Euroleague – Vittorie casalinghe per Cksa, Zalgiris e Barcellona

itoudis-cska-2016-10-23

Si avvicina la fine della stagione regolare di Eurolega, con le squadre che si contendono in una lotta sempre più serrata gli ultimi posti playoff e la testa della classifica.

Ed è proprio al vertice che si trova in Cska Mosca vincente per 85-69 sul Galatasaray e capolista solitaria per una notte, in attesa della risposta del Real Madrid. I padroni di casa sono guidati dal solito De Colo, che vuole conquistare il secondo titolo di Mvp consecutivo e mette a segno 22 punti. La squadra di Ataman non riesce invece a proporre in trasferta il buon gioco offensivo mostrato a tratti tra le mura amiche. Non schierabile per questa stagione di Eurolega l’ultimo acquisto dei turchi, Errick McCollum.

Cska Mosca 85 – Galatasaray 69

Cska Mosca: De Colo 22, Teodosic 8, Augustine 6, Fridzon 4, Jackson 10, Vorontsevich 5, Higgins 12, Khryapa 5, Kurbanov, Hines 13.

Galatasaray: Micov 18, Fitipaldo 2, Tyus 10, Korkmaz 3, Arar 2, Haciyeva, Pleiss 11, Daye 4, Guler 5, Diebler 1, Koksal 13.

 

Rimane in corsa per l’ultimo posto nella post season lo Zalgiris di Sarunas Jasikevicius, in lizza per il titolo di coach dell’anno se dovesse riuscire nell’impresa. I lituani sconfiggono il Panathinaikos per 64-58 in una partita dove le difese hanno strangolato gli attaccanti più pericolosi. I greci sono stati in controllo per gran parte del match ma non sono riusciti ad ampliare il gap, con lo Zalgiris che è ritornato prepotentemente in partita nel quarto periodo. Leo Westermann, l’unico giocatore continuo nell’arco del match, è l’mvp con 14 punti, 6 rimbalzi e 6 assists. Per il Panathinaikos, che ha appena rilasciato Alessandro Gentile, una sconfitta che non complica eccessivamente i piani per i playoffs ma fa preoccupare l’allenatore Pascual per la mancanza di killer instinct dei suoi. I greci pagano la scarsa vena della coppia di playmaker Calathes – James, 2 soli punti in coppia.

Zalgiris Kaunas 64 – Panathinaikos 58

Zalgiris Kaunas: Pangos 6, Lekavicius, Westermann 14, Seibutis, Motum 11, Jankunas 11, Javtokas, Milaknis 13, Lima, Kavaliauskas 4, Ulanovas 5.

Panathinaikos: Singleton 11, Nichols 4, Rivers 7, James, Fotsis 2, Pappas 13, Feldeine 7, Gabriel 2, Bourousis 10, Calathes 2.

 

Vince contro Kazan ma sorride amaramente il Barcellona di Bartzokas, ormai troppo lontano dalla zona playoff per sperare in una rimonta. Il punteggio finale è di 70 – 62 contro un Unics Kazan giunto in Catalogna senza il top scorer Keith Langford, fermo per un acciacco e tenuto a riposo dal momento che la stagione dei russi non ha più nulla da dire. Nonostante le basse percentuali al tiro dalla lunga (31%) e il difficile rapporto tra Tyrese Rice (9) e il suo coach, gli spagnoli la spuntano approfittando dell’enorme quantità di palloni persi da Kazan. Per gli ospiti solo Antipov (12) e Colom (10 più 8 assist ma 6 perse) in doppia cifra, per il Barcellona bene Claver (12) e Perperoglou (13).

Barcellona Lassa 70 – Unics Kazan 62

Barcellona: Munford, Rice 9, Claver 12, Faverani 4, Vezenkov 6, Eriksson 6, Diagne, Oleson 3, Koponen 9, Renfroe 2, Perperoglou 13, Tomic 6.

Kazan: Antipov 12, Clarke 4, Ponkrashov 8, Parakhouski 8, Colom 10, Klimenko 2, Banic 6, Voronov, Panin 5, Williams 2, Andusic 5.

© Basketitaly.it – Riproduzione Riservata