Eurobasket Gruppo A: Vittoria agevole per la Polonia, sofferte invece quelle di Francia e Slovenia

Eurobasket-logo-2017

La seconda giornata di Eurobasket del girone con sede in Finlandia vede i padroni di casa cedere di un soffio alla Slovenia di Goran Dragic. La Francia dopo la sconfitta proprio contro i finnici lancia un segnale importante battendo la Grecia, pur rischiando la rimonta guidata da Thanasis Antetokounmpo e Kostas Sloukas. La Polonia passeggia invece contro la malcapitata Islanda e rimane in scia per il passaggio del turno.

Ecco i risultati in dettaglio:

Polonia 91 – Islanda 61

Si risveglia Waczynski, giocatore chiave nelle rotazioni polacche, con coach Taylor che concede spazio e tutti in vista di impegni di probanti. Per l’Islanda troppo ampia la differenza tecnica e soprattutto fisica contro i lunghi avversari, che dominano a rimbalzo (53 a 33 totali).

Polonia: Sokolowski 5, Cel 7, Slaughter 12, Kulig 7, Zamojski 3, Ponitka 8, Waczynski 15, Koszarek 9, Gielo 8, Karnowski 10, Gruszecki 5, Hrycaniuk 2.

Islanda: Hermannsson 14, Steinarsson, Acox 4, Baeringsson 6, Stefansson 2, Fridriksson, Vilhjalmsson 16, Gunnarsson 3, Ermolinskij 3, Palsson 3, Hlinason 4, Bjornsson 6.

 

Francia 95 – Grecia 87

Domina la prima metà di gara la Francia, per poi staccare la spina troppo presto e subire la rimonta dei greci poi non concretizzatasi nel finale. Ben innescato dai compagni e più coinvolto Lauvergne, che chiude con 21 punti e 11 rimbalzi, mentre non delude la solita coppia Fournier (21) e DeColo (16). Per la Grecia la differenza la fanno Antetokounmpo (12 e una presenza determinante nella rimonta) e Printezis, con Sloukas a guidare i suoi nei momenti peggiori. Troppo ampia la differenza qualitativa in attacco rispetto ad una Francia che doveva vincere per forza dopo il ko all’esordio.

Francia: Seraphin 9, Heurtel 13, Diot, Lauvergne 21, Fournier 21, De Colo 16, Diaw 3, Westermann 2, Poirier, Labeyrie 8, Toupane, Jackson 2.

Grecia: Calathes 15, Bourousis 7, Sloukas 15, Pappas 8, Papagiannis, Printezis 22, Papanikolaou, Mantzaris 3, Agravanis, Papapetrou 5, Bogris, Antetokounmpo 12.

 

Slovenia 81 – Finlandia 78

Vittoria soffertissima per la Slovenia contro una Finlandia che continua a stupire e ottiene ormai lo status di mina vagante nel girone. Markkanen ne piazza 24 con 7 rimbalzi, ma sul finale l’esperienza di Dragic ( ancora indiavolato con 29 punti e 5 assist) fa la differenza. Male Doncic, molto nervoso con gli arbitri (8 con 3/10 al tiro).

Slovenia: Randolph 10, Dragic 29, Nikolic 5, Prepelic 5, Muric 4, Blazic 7, Vidmar 7, Zagorac, Dimec, Cancar 6, Doncic 8.

Finlandia: Koivisto 6, Huff 7, Lee 1, Salin 11, Kotti 4, Koponen 7, Nuutinen 3, Rannikko 3, Markkanen 24, Wilson 5, Murphy 7.