Caserta è poca cosa, Roma domina e vince 86 a 57

Una sempre più convincente Roma conquista la seconda vittoria consecutiva in casa battendo per 86 a 57 una JuveCaserta che invece raccoglie la terza sconfitta di fila in trasferta. Fatale per gli ospiti è risultata l’ultima frazione di gioco: il parziale di 33 a 11 ha di fatto chiuso il match.

 

Per la Virtus grande prestazione del neo-capitano Datome il quale, ai 18 punti (top-scorer dell’incontro), aggiunge anche 7 assists, 6 rimbalzi e 4 palle rubate per un 37 totale di valutazione. Tra i padroni di casa in doppia cifra anche Goss (14), Taylor (13), Lawal (12) e Czyz (10). Per Caserta sono da segnalare solo le prestazioni di Jelovac (18), Jonusas (13) e Akindele (10), poi il vuoto assoluto. Vuoto che i tifosi sperano sia colmato, almeno in parte, dall’arrivo del nuovo play che andrà a sostituire la meteora Wise.

LA CRONACA

Calvani parte con Taylor, Goss, Datome, Czyz e Lawal. Sacripanti risponde con Gentile, Chatfield, Jelovac, Jonusas e Akindele. Roma nei primi minuti è solo Czyz: sono tutti suoi i punti che permettono alla Virtus di restare a contatto con Caserta (7-8 al 4’). L’equilibrio sembra rompersi sul finire del primo quarto quando Roma costruisce un parziale di 9 a 2 che porta il punteggio sul 25 a 21 al 10’. In avvio di seconda frazione Caserta prova a rifarsi sotto grazie ad una tripla di Chatfield e una di Maresca (30-29 al 12’) ma negli ultimi 2’ del quarto un nuovo break: i padroni di casa grazie a Goss, Datome e Taylor scrivono il primo vantaggio in doppia cifra del match (42-32 al 20’).

Al ritorno dagli spogliatoi la Virtus, trascinata da Datome, sembra poter incrementare il vantaggio (51-39 al 25’) ma tre canestri consecutivi degli ospiti (Jonusas, Akindele e Gentile) scrivono un gap sotto la doppia cifra (51-45 al 26’). Per Caserta però è tutto un fuoco di paglia: in avvio di ultima frazione infatti i giallorossi trascinati da Lawal e da Taylor portano il punteggio sul 57 a 45. La partita si chiude qui, quando mancano ancora 8’ minuti alla sirena finale: la truppa di Calvani infatti gestirà il match senza grandi patemi. Anzi, solo un canestro allo scadere di Jelovac, non permette ai giallorossi di chiudere con oltre 30 punti di vantaggio: il finale è infatti 86 a 57.

I TABELLINI

VIRTUS ROMA: Goss 14, Jones 8, Tambone n.e., Tonolli n.e., Gorrieri, D’Ercole 6, Dagunduro, Datome 18, Taylor 13, Lawal 12, Czyz 10, Lorant 5. Coach: Marco Calvani

JUVECASERTA: Chatfield 3, Maresca 3, Jonusas 13, Mordente 2, Marzaioli n.e., Michelori, Akindele 10, Gentile 8, Cefarelli, Jelovac 18. Coach: Stefano Sacripanti

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

 

Una sempre più convincente Roma conquista la seconda vittoria consecutiva in casa battendo per 86 a 57 una JuveCaserta che invece raccoglie la terza sconfitta di fila in trasferta. Fatale per gli ospiti è risultata l’ultima frazione di gioco: il parziale di 33 a 11 ha di fatto chiuso il match.

Per la Virtus grande prestazione del neo-capitano Datome il quale, ai 18 punti (top-scorer dell’incontro), aggiunge anche 7 assists, 6 rimbalzi e 4 palle rubate per un 37 totale di valutazione. Tra i padroni di casa in doppia cifra anche Goss (14), Taylor (13), Lawal (12) e Czyz (10). Per Caserta sono da segnalare solo le prestazioni di Jelovac (18), Jonusas (13) e Akindele (10), poi il vuoto assoluto. Vuoto che i tifosi sperano sia colmato, almeno in parte, dall’arrivo del nuovo play che andrà a sostituire la meteora Wise.

LA CRONACA

Calvani parte con Taylor, Goss, Datome, Czyz e Lawal. Sacripanti risponde con Gentile, Chatfield, Jelovac, Jonusas e Akindele. Roma nei primi minuti è solo Czyz: sono tutti suoi i punti che permettono alla Virtus di restare a contatto con Caserta (7-8 al 4’). L’equilibrio sembra rompersi sul finire del primo quarto quando Roma costruisce un parziale di 9 a 2 che porta il punteggio sul 25 a 21 al 10’. In avvio di seconda frazione Caserta prova a rifarsi sotto grazie ad una tripla di Chatfield e una di Maresca (30-29 al 12’) ma negli ultimi 2’ del quarto un nuovo break: i padroni di casa grazie a Goss, Datome e Taylor scrivono il primo vantaggio in doppia cifra del match (42-32 al 20’).

Al ritorno dagli spogliatoi la Virtus, trascinata da Datome, sembra poter incrementare il vantaggio (51-39 al 25’) ma tre canestri consecutivi degli ospiti (Jonusas, Akindele e Gentile) scrivono un gap sotto la doppia cifra (51-45 al 26’). Per Caserta però è tutto un fuoco di paglia: in avvio di ultima frazione infatti un canestro di Lawal e uno di Taylor portano il punteggio sul 57 a 45. La partita si chiude qui, quando mancano ancora 8’ minuti alla sirena finale: la truppa di Calvani infatti gestirà il match senza grandi patemi. Anzi, solo un canestro allo scadere di Jelovac, non permette ai giallorossi di chiudere con oltre 30 punti di vantaggio: il finale è infatti 86 a 57.

I TABELLINI

VIRTUS ROMA: Goss 14, Jones 8, Tambone n.e., Tonolli n.e., Gorrieri, D’Ercole 6, Dagunduro, Datome 18, Taylor 13, Lawal 12, Czyz 10, Lorant 5. Coach: Marco Calvani

JUVECASERTA: Chatfield 3, Maresca 3, Jonusas 13, Mordente 2, Marzaioli n.e., Michelori, Akindele 10, Gentile 8, Cefarelli, Jelovac 18. Coach: Stefano Sacripanti

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE