Acea Roma-Benetton Treviso: la gara del “dentro o fuori”

La gara del non ritorno. Questo sarà il significato che sia Roma che Treviso attribuiranno all’incontro di domenica sera (PalaTiziano, ore 20,30). Stagione simile sia per i veneti che per i capitolini: entrambe le proprietà hanno infatti annunciato che a fine stagione lasceranno e l’andamento dei due roster è stato sicuramente influenzato da tali scelte.

 

La settimana della Virtus è stata a dir poco movimentata. E’stata annunciata infatti lunedì scorso la cessione di Dedovic al Galatasaray. Successivamente è stata bloccata la partenza di Tucker al Fenerbache e contemporaneamente anche Gordic è rimasto nella capitale causa il mancato accordo economico con Brindisi. Pertanto contro la Benetton coach Calvani potrà schierare sia l’ala ex Real Madrid che il play serbo ma dovrà fare a meno del bosniaco ex Barcellona e molto probabilmente anche di Andrea Crosariol, fermo ancora per il solito problema al polpaccio. Il recupero del lungo, tra l’altro ex di turno, sembra essere sempre più vicino ma pare improponibile un suo impiego domenica. Sicuramente saranno maggiormente responsabilizzati uomini come Mordente e Maestranzi, saranno chiamati agli straordinari Gordic e Tucker. Soprattutto l’ex capitano azzurro dovrà dare dimostrazione della sua grande esperienza e capacità tecnica, messa già in evidenza nella vittoriosa trasferta di Caserta.

Per Treviso, invece, settimana piuttosto tranquilla. La squadra veneta con tre vittorie nelle ultime quattro partite (vittorie con Casale, Biella e Montegranaro e sconfitta con Pesaro) si è potuta rilanciare in ottica play-off. Infatti la Benetton, grazie a questa serie di risultati, si è tirata fuori dalle sabbie mobili della zona salvezza e ha raggiunto quota 22 punti, a -4 dai play-off, proprio come Roma. Coach Djordjevic potrà contare su tutti i suoi effettivi. Treviso avrà l’obbligo di puntare su l’atletismo di Jeff Viggiano, arrivato a stagione in corso da Milano, sulle geometrie di Sani Becirovic (12,4 punti e quasi 3 assist di media) e soprattutto sulla pericolosità sotto le plance di un ritrovato Marcus Goree (13,7 punti di media).

Difficile dire quale possa essere la chiave della partita. Per Roma sarà fondamentale riuscire a rimediare alla partenza di Dedovic (13,6 punti di media nelle ultime sei partite). Se ci riuscirà, potrà giocare alla pari con Treviso. Sicuramente entusiasmante sarà lo scontro sotto i tabelloni tra l’esperienza di Marcus Goree e l’atletismo del giovane Varnado. Se il lungo ex Pistoia riuscirà a contenere il numero di falli, per l’attacco dei veneti sarà difficile trovare punti da sotto.

Arbitreranno l’incontro i signori Facchini, Lanzarini e Caiazza.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata