A2 Ovest – Reggio Calabria surclassa Siena sul suo campo: finisce 83-77, lo spettro playout è reale

Brutta sconfitta per la Mens Sana Basket che fra le mura amiche del PalaEstra viene surclassata da Reggio Calabria e vede complicarsi la lotta salvezza. Non tragga in inganno il risultato, 83-77, la Soundreef sbaglia approccio e continua ancora peggio, ed è un disastro sia in attacco che in difesa. Nonostante una bella energia a rimbalzo (41-31, Vildera un leone) non ne imbrocca nemmeno una da tre (15%) e si sfracella contro il muro difensivo calabrese, che offusca la manovra e manda in tilt i playmaker toscani. Le linee di passaggio sono tutte chiuse e i biancoverdi vivono quindi di iniziative sporadiche e 1vs1. E anche quando col cuore si rifà sotto, sono troppe le amenità compiute nei momenti topici che stroncano Siena: nel terzo quarto Reggio Calabria, davvero chirurgica, quadrata e intensa fa il break e indirizza la partita, che si chiude con ben 7 reggini in doppia cifra. La Soundreef alza bandiera bianca e si lecca le ferite pronta al rush finale: ora la paura dei playout è reale, per non rischiare ci vuole ben altro.

SOUNDREEF MENS SANA BASKET 1871– METEXTRA REGGIO CALABRIA 77-83 (20-26; 37-43; 55-66)

SOUNDREEF MENS SANA BASKET 1871: Ebanks 25, Casella, Cepic ne, Borsato 3, Vildera 14, Simonovic  6, Sandri 7, Saccaggi 5, Lestini 2, Lurini ne, Costi ne, Kyzlink 15. All. Mecacci

METEXTRA REGGIO CALABRIA: Pacher 10, Taflaj ne, Caroti 14, Fabi 11, Baldassarre 15, Rossato 10, Carnovali, Agbodan, Benvenuti 10, Roberts 13. All. Calvani