A2 Ovest – La ferocia della Virtus Roma non dà scampo a Casale

jordan-tolbert-casale-2016-10-02

La Virtus Roma dà continuità alla vittoria casalinga contro Agrigento e passa anche sul campo di Casale Monferrato. Un’affermazione autoritaria, presa di prepotenza dopo aver condotto, come all’esordio in campionato, per buona parte del match, senza riuscire a dare l’allungo decisivo se non nell’ultimo minuto di gioco. L’Unicusano si specchia in una solidità di tutto il sistema di gioco, invidiabile per chi è soltanto alla seconda gara ufficiale, un equilibrio che esalta al Palaferraris Massimo Chessa, mvp con 26 punti, 100% da 2 (5/5), 56% da 3 (5/9), 5 assist, 4 rimbalzi. Se gli esterni funzionano – altra prova solida di Raffa, per lui 11 punti, 7 assist e 5 rimbalzi – al centro Brown prosegue la sua opera di distruzione. Nel pitturato mette a nudo gli attuali problemi difensivi della Novipiù, siglando 22 punti con 9/13 al tiro da 2. I padroni di casa, quasi sempre a rincorrere, non riescono a imporre il loro ritmo di gioco e devono stare dietro a quello, decisamente più frenetico, congegnale a Roma. Un tipo di battaglia alla quale i rossoblu si adeguano, stando in partita tra mille difficoltà, anche quando finiscono a -7 (40-47) in avvio del terzo periodo. La reazione frutta i primi veri patemi di Roma, che nell’ultimo periodo va anche sotto (71-69), ma è più brava a gestire gli ultimi minuti, nei quali la Junior palesa frenesia e inquietudine, sciupando così l’aggancio e finendo intrappolata dalla maggiore energia e lucidità dei rivali, fino al 75-84 del 40’. Il dato allarmante di questa prima casalinga di Casale è la friabilità difensiva: sia dentro che fuori area ci sono stati troppi buchi e disattenzioni, tante le seconde opportunità concesse e i piccoli blackout nelle coperture sugli avversari più in palla. Il duo Tolbert (13, condizionato da problemi di falli)-Emegano (8) non ha ancora ingranato, inoltre Tomassini è incappato in una di quelle giornate di abulia assoluta (solo 3 punti ai liberi e 3 assist) che ogni tanto gli capitano, situazione che non ha giovato a un attacco efficace solo a sprazzi. Per la Junior si tratta di un avvio di campionato sicuramente al di sotto delle attese, serve un segnale di discontinuità già questa domenica nella temibile trasferta al Palaestra, mentre Roma si può godere il primo posto in coabitazione con Tortona.

Novipiù Casale Monferrato – Unicusano Virtus Roma 75-84 (21-24; 38-42; 58-60)

Novipiù Casale Monferrato: Tolbert 13, Denegri ne, Tomassini 3, Natali 9, Blizzard 11, Di Bella 10, Martinoni 15, Emegano 8, Severini 6, Ruiu ne, De Ros ne, Bellan; all. Ramondino

Unicusano Virtus Roma: Brown 22, Raffa 11, Benetti 2, Piccolo, Lentini, Maresca 3, Chessa 26, Sandri 8, Baldasso 3, Landi 9, Vedovato; all. Corbani