#TeamNBA: Indiana Pacers

NBAIndiana Pacers è una squadra ricca di avvenimenti, cadute, crolli colossali e rinascite. Quest’anno il presidente Larry Bird ha notevolmente cambiato le “regole”, e ha focalizzato le novità sullo spostamento di ruolo di Paul George, da Ala piccola a Ala grande. A quanto pare il piatto forte della stagione, sarà affiancato dai nuovi e importanti acquisti fatti questa estate, come Monta Ellis e Rodney Stuckey. Ma George non sembra convinto della sua posizione e anche le prove in campo dimostrano che c’è ancora molta confusione di idee.

Passata stagione 2014/15

Nella passata stagione, Indiana Pacers non si è qualificata ai Playoffs, posizionandosi al nono posto nella Eastern Conference con il risultato complessivo di 38-44. Il disastro è iniziato quando Paul George si è infortunato ad un ritiro della Nazionale USA prima di iniziare la stagione, e lo abbiamo visto in campo solo ad Aprile. Roy Hibbert ha dovuto così prendere in mano la situazione e guidare i Pacers al meglio, ma la missione non è riuscita.  

 

Stagione 2015/16

Il nuovo Roster vede: Lavoy Allen, Chase Budinger, Rakeem Christmas, Toney Douglas, Monta Ellis, Cj Fair, Solomon Hill, Kadeem Jack, Ian Mahinmi, C.J. Miles, Glenn Robinson, Rodney Stuckey, Myles Turner, Shayne Whittington, Joe Young, Paul George, George Hill, Jordan Hill. La squadra è allenata da Frank Vogel.

Occhi puntati su: Paul George, Monta Ellis, Rodney Stuckey

Punto di forza e punto debole

La situazione non mostra particolari punti di forza, se non la speranza che Monta Ellis e Stuckey diano la scossa sperata. I punti deboli sono due: il “non-adattamento” di George al nuovo ruolo imposto dalla dirigenza e la continua confusione di un progetto sportivo che mostra cambiamenti difficili da seguire e con possibili risultati solo a lungo termine.

La Stella: Paul George

Paul George è sicuramente un giocatore “camaleontico” che da Ala piccola può adattarsi anche ad altri ruoli, ma solo se è lui ad imporsi in cambiamenti stabili. Si è sempre mostrato un ottimo difensore e strategico nei rimbalzi e la sua versatilità lo rende un leader.

Prospettiva stagionale

Indiana vuole i Playoffs che hanno mancato la scorsa stagione, ma sono tanti i dubbi che destano preoccupazioni.