Spurs senza freni, NY fa suo il derby e vede i playoff. Detroit toccasana per Indiana, Denver OK

Nottata di pallacanestro americana, condita come al consueto da giocate spettacolari e colpi di scena finali. Vi proponiamo qui di seguito il recap delle franchigie in cui militano i nostri azzurri d’oltreoceano:

SAN ANTONIO-GOLDEN STATE 111-90

Spurs irrefrenabili, che spazzano via i Warriors giunti in Texas privi di Bogut e Lee, e inanellano così la 19esima vittoria consecutiva, blindando il primo posto ad Ovest. Partita senza storia, con San Antonio che prende il largo fin da subito per poi gestire senza particolari patemi d’animo nella seconda parte del match. Tony Parker sugli scudi con 18 punti e 8 assist, bene anche il nostro Marco Belinelli a referto con 12 punti in 27 minuti, frutto di 5/10 dal campo (steccando tuttavia dalla lunga per via dello 0/4), più un assist ed un rimbalzo catturato. Per Golden State spicca la doppia doppia sfiorata da Speights a tabellino con 22 punti e 9 rimbalzi.

BROOKLYN-NEW YORK 81-110

Grande prestazione per i Knicks che demoliscono a sorpresa i cugini, nel derby di New York. Match mai in discussione, con New York che vola via grazie ad un super parziale nel secondo quarto di 18-34, trascinata dalla verve di J.R.Smith top scorer con 24 punti, seguito a ruota da Carmelo Anthony in doppia doppia da 23 punti e 10 rimbalzi. Brooklyn si scioglie come neve al sole, incapace di reagire sotto i colpi dei cugini, apparsi decisamente più motivati per via della situazione in classifica, obbligati nel continuare a vincere per raggiungere i tanti agognati playoff, raggiungendo di fatto Atlanta all’ottavo posto. Unico a provarci per i Nets è Joe Johnson, che chiude a quota 16 punti.

INDIANA-DETROIT 101-94

I Pacers ,pur non senza difficoltà, si rialzano dall’ultima settimana di incubo, tornando a vincere a discapito dei Pistons, tuttavia apparsi battaglieri e capaci di tenere botta fino a 3 minuti dalla fine. Una tripla pazzesca di George, Mvp con 27 punti, 13 rimbalzi e 7 assist, difatti chiude il match, portando Indiana a +4, potendo così gestire il match negli istanti finali. Detroit, che lascia per l’ennesima volta Gigi Datome seduto in panchina, parte bene sfruttando il blocco mentale degli avversari, trovando un ispirato Josh Smith da 24 punti. I Pacers si sbloccano nel secondo periodo e rientrano in gara, tornando così alla vittoria.

DENVER-NEW ORLEANS 137-107

Ottima prestazione per i Nuggets, del nostro Danilo Gallinari, che pescano una grande serata al tiro, eguagliando il migliore score stagionale con 137 punti realizzati. Sugli scudi un super Faried, che stabilisce il suo career-high, grazie ai 34 punti messi a segno per via del 14/19 dal campo, catturando inoltre 13 rimbalzi. Bene anche Aaron Brooks a referto con 24 punti e Ty Lawson anch’egli in doppia doppia con 14 punti e 12 assist. Impotenti i Pelicans, privi di Gordon, aggrappati alla verve del solo Evans, autore di 27 punti, decisamente il migliore dei suoi, surclassati per tutto l’arco del match.

ALTRI RISULTATI DELLA NOTTE:


CLEVELAND-ORLANDO 119-98

CHARLOTTE-PHILADELPHIA 123-93

HOUSTON-TORONTO 103-107

BOSTON-WASHINGTON 92-118

CHICAGO-ATLANTA 105-92

MILWAUKEE-MIAMI 77-96

MEMPHIS-MINNESOTA 88-102

CLIPPERS-PHOENIX 112-108

LAKERS-SACRAMENTO 102-107

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *