Il sogno NBA di Alessandro Gentile slitta ancora: niente training-camp con i Rockets

Alessandro Gentile

Gli Houston Rockets hanno reso pubblico nel pomeriggio l’elenco dei 18 giocatori convocati per il training-camp, che prenderà il via martedì alla McNeese State University di Lake Charles, in Louisiana, dopo il Media Day in programma domani. Tra questi nomi non c’è quello di Alessandro Gentile.

Il giocatore, che dopo la sua avventura alla Virtus Bologna aveva deciso di tentare il salto oltreoceano, aveva dovuto rinunciare prima a disputare la Summer League e poi il Veteran Camp con i “suoi” Houston Rockets per via dell’infortunio al pollice rimediato a fine campionato.

Alessandro Gentile, che non si era reso disponibile per le partite delle finestre FIBA con la nazionale italiana disputate la settimana scorsa, aveva ipotizzato che sarebbe stato pronto per il training-camp, ma alla fine, evidentemente, qualcosa è andato storto.

Jonathan Feigen del Houston Chronicle dava la notizia via Twitter, alludendo all’infortunio alla mano probabilmente non ancora ristabilito del tutto, anche se successivamente la Gazzetta dello Sport parlava più che altro di problemi contrattuali invece che fisici.

Secondo quanto riportato, infatti, il giocatore non sarebbe arrivato a un accordo con il franchise texano, che proporrebbe all’azzurro un two-way contract, con il quale giocherebbe principalmente in G-League e al massimo 45 giorni in NBA. Alessandro Gentile, invece, vorrebbe un contratto NBA con la possibilità di tornare in Europa a stagione in corso. C’è tempo fino al 15 ottobre per trovare un accordo, altrimenti l’ala campana, attualmente free-agent, cercherà un ingaggio in Europa.

L’infortunio alla mano non ci voleva proprio, perché non è facile pensare che una squadra NBA offra un posto nel roster con un giocatore europeo che non gioca una partita da quattro mesi a questa parte. L’NBA per il talentuoso giocatore italiano sembra davvero maledetta.