Presentazione NBA 2K19

Si è svolta ieri a Milano la presentazione del nuovo videogioco NBA 2K giunto al suo ventesimo anniversario.

Ospite d’eccezione il campione NBA 2014 con gli Spurs Marco Belinelli che durante un’intervista fotografica ha ripercorso i momenti più importanti della sua carriera. Giocatore di NBA 2K, svela di usare spesso il proprio personaggio con la curiosità di vedere come viene rappresentato, “vado a vedere se ci sono tutti i tatuaggi e come tiro” commenta. Cresciuto con idoli come Jordan e Kobe, vede in Lebron il giocatore più completo, “non c’è una cosa che non sappia fare” e forte in circolazione, “è devastante, ha vinto e vincerà ancora”. Il sogno del Beli ora è quello di tornare a vincere un titolo, magari proprio con gli Spurs dove torna quest’anno alla corte di Popovich con la novità del numero di maglia, non più il 3 del titolo del 2014 ma il 18, numero che rappresenta la sua chiamata al Draft 2007.

Veniamo ora alle novità di 2K, le aggiunte al game-play rendono il gioco più coinvolgente e divertente che mai. Viene alzata ulteriormente l’asticella dell’intelligenza artificiale con notevoli miglioramenti sia nella fase difensiva che in quella offensiva. Per quanto riguarda la difesa ci sono da sottolineare il rinnovato sistema sulle palle rubate, il posizionamento degli uomini senza palla e i cambi nella rotazione. L’attacco vanta una maggior distribuzione e miglior piano del gioco dinamico, viene potenziata la transizione offensiva e introdotto un sistema intelligente sul pick &roll.

Tra le altre novità tecniche abbiamo il TAKEOVER System che permette di sbloccare tutto il potenziale di ogni giocatore, scarpe speciali, abilità e animazioni individuali uniche. Una nuova meccanica di dribblig con sistema di palleggio intelligente e una meccanica di tiro rinnovata con l’obiettivo di evidenziare le differenze tra i vari giocatori.

Altre sostanziali novità le troviamo in MyCAREER che fornisce una trama coinvolgente e raffinata, con un percorso d’aggiornamento dell’utente chiaro e definito. Questa volta la carriera del personaggio partirà dalla Cina al fine di rappresentare la scalata dal basso fino a arrivare all’NBA. I nuovi dettagli grafici rendono possibile creare il proprio personaggio modificando ogni più piccolo dettaglio fino ad arrivare a cambiare ogni singolo osso del volto. MyPLAYER ha un approccio totalmente nuovo con la possibilità di guadagnare punti, tracciare i propri progressi e ottenere ricompense. MyLEAGUE Online, per la prima volta offrirà agli utenti tutte le funzionalità della versione offline. Vi è la possibilità di giocare con 30 giocatori in una lega vivente e che respira.

Uno degli obiettivi di NBA 2K19 è quello di rendere il basket il centro di ogni attività di quartiere. NEIGHBORHOOD include “Town Square” con lo scopo di incoraggiare la costruzione della comunità. Jordan Red Center is BACK! con la possibilità di creare delle “crews” fino ad un massimo di 5 giocatori. Con la nuova tecnologia che permette di ricreare il ciclo giorno-notte l’intero quartiere prende vita mentre il sole tramonta, con la possibilità di pianificare eventi ogni giorno. Da segnalare le Under Armour Cages, campetti recintati con trampolini per saltare ad altezze vertiginose.

NBA 2K19 uscirà l’11 Settembre con l’obiettivo di superare le vendite del capitolo 2k18 che ha toccato le 10 milioni di copie vendute in meno di un anno. Oggi è già possibile giocare il primo capitolo di MY Career scaricando gratuitamente “Il preludio”.