Notte amara per gli azzurri: soccombono sia il Gallo che il Beli

La notte NBA porta con sé due sconfitte per i nostri portabandiera.

I Nuggets sono usciti sconfitti per 103 a 90 dal confronto contro gli Oklahoma City Thunder, probabilmente la franchigia più forte e più in forma della Lega.

Denver non ha potuto arginare lo strapotere di Durant (24 punti) e Westbrook (23) e a nulla sono serviti i 17 punti di Andre Miller. Per Danilo Gallinari una discreta prestazione condita da 15 punti con 3/5 da due e 3/7 da tre. Con questo risultato Oklahoma si conferma in testa alla Western Conference con un record di 33 partite vinte e 10 perse, davanti a San Antonio (28-13) e ai Lakers (27-16). Denver, sempre nella stessa Conference, mantiene l’ottavo posto con uno score di 24 partite vinte e 20 perse, davanti a Minnesota (22-22).

 

Se il Gallo non ride, il Beli non se la passa certo meglio. Arriva infatti una nuova  delusione per i “calabroni”, l’ennesima di una stagione a dir poco fallimentare. Al Verizon Center di Washington infatti va in scena una sfida tra due delle peggiori squadre della Lega. I padroni di casa occupano il penultimo posto ad Est (10-32) mentre gli Hornets sono sempre più desolatamente ultimi ad Ovest (10-34). Per l’ex Fortitudo, nella sconfitta dei suoi per 99 a 89, non una partita memorabile: solo 13 minuti sul parquet e 8 punti con un 4/8 dal campo. Washington è stata trascinata dai 26 punti di Wall mentre a New Orleans non son bastati i 20 punti di Kaman e il career-high di Ayon (16).

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata