NBA – Vincono Denver e Chicago. Affondano i Raptors di Bargnani

Notte NBA dai sapori contrastanti per i nostri italiani. I Denver Nuggets di Danilo Gallinari trovano la prima vittoria stagionale sbarazzandosi di una positiva Detroit, bene anche i Chicago Bulls di Belinelli, vincenti ad Orlando. Nel naufragio di Toronto, invece, l’unico che si salva è proprio l’italiano Andrea Bargnani.

Denver-Detroit 109-97
Finalmente i Denver Nuggets agganciano la prima vittoria stagionale. Dopo tre sconfitte di fila, in altrettante partite, Gallinari e co. riescono ad imporsi tra le mura amiche (per la prima volta in stagione) sui Detroit Pistons per 109-97. Per Danilo Gallinari una prestazione non certo eccellente ma riesce comunque nell’intento di dare il proprio contributo con 8 punti e quattro rimbalzi conquistati in 32’ di gioco. L’azzurro sembra non riuscire ad entrare ancora in ritmo e le

percentuali deficitarie ne sono una prova evidente (1/3 da 2 e 2/8 da 3). Detroit resta in sostanziale controllo della partita per tutta la sua durata salvo subire un prepotente rientro dei Pistons nell’ultimo periodo con il solito Iguodala sugli schudi.

 

Orlando Magic-Chicago Bulls 93-99
I Chicago Bulls trovano la terza vittoria stagionale violando, con tanta fatica, il campo degli Orlando Magic. Sebbene i Bulls siano riusciti ad ottenere ancora una vittoria, nonostante l’assenza di Rose, non può ancora sorridere Marco Belinelli che proprio non trova spazio per mettersi in mostra. Autore di soli due punti, questa volta l’ex Fortitudino resta in campo per soli 8 minuti – mai così basso il suo minutaggio.

Belinelli, entrato in campo alla fine del primo periodo, ha subito un impatto negativo con la partita andando in grossa difficoltà contro Redick che fa quello che vuole quando l’italiano è difesa su di lui.

Oklahoma City-Toronto 108-88
I vice-campioni NBA rifilano un pesante ventello ai Raptors di un comunque positivo Andrea Bargnani, autore di una buona prova da 16 e 6 rimbalzi. L’ex Treviso può poco contro la potenza devastante dei Thunder e considerato che Toronto deve fare i conti con l’infortunio di Kyle Lowry, che ben durante tutto il primo tempo. Con l’infortunio di Lowry la situazione precipita definitivamente per Toronto che finisce con lo sprofondare anche sui 30 punti di svantaggio. Nel finale Bargnani e Calderon limitano i danni riducendo il gap ad un meno umiliante 108-88.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata