NBA – Lebron inc: James supera anche Tiger per introiti derivati da sponsor

lebron-red

Oggi ogni grande sportivo ha coscenza di quanto la sua immagine, il suo “brand”, possa fruttargi e incrementare i guadagni con i più vari endorsement è diventata pratica comune tra le supersatr dello sport.

Pionieri in questo sono stati MJ ma anche, cambiando sport, il golfista Tiger Woods per anni al vertice della classifica di Forbes con quasi 50 milioni derivati solo da sponsorship. Quest’ anno però lo scettro è passato proprio a King James. Il “marchio” James ha aumentato sensibilmente il suo valore passando dai 27 milioni fatturati l’anno scorso ai ben 37 del 2014, questo grazie alla partnership con aziende discretamente importanti: si và dalla Coca-Cola alla Samsung, passando per Mc Donald’s e Nike. Dal canto suo Tiger si ferma a 36 milioni continuando così a perdere da un anno all’altro altri 10 milioni dopo che già guai familiari avevano iniziato a far contrarre i suoi guadagni anni fa. Curiosità: a fare la differenza è stato un videogioco. Mentre Tiger vedeva chiudersi dopo anni la partnership con Electronic Arts, Lebron resta uno dei protagonisti dell’amatissimo capolavoro videoludico Nba 2k15(anche se ha lasciato il ruolo di testimonial a Kd). Insomma il marketing alla fine è tutto un gioco, no?

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *