Nba Finals – Dominio Golden State nonostante una Cleveland dalla faccia aggressiva

Scott Strazzante, The Chronicle

Anche gara 2 è dei Golden State Warrios, ancora una volta dominanti sia in fase offensiva che difensiva. Superati i Cleveland Cavaliers col punteggio di 132-113.

Il primo quarto è incredibile, gli attacchi sono micidiali e Golden State ritrova i punti di Thompson senza perderne difensivamente. Cleveland però ha una faccia diversa e recupera palloni su palloni rimanendo in partita nonostante 40 punti subiti in un quarto.

Nel terzo quarto si scatena la macchina di Kerr con i contropiedi di Kevin Durant (33+13+6 con 5 stoppate) e i punti di Steph Curry che chiude perfino in tripla doppia (32+10+11) rendendosi protagonista di una azione incredibile contro LeBron James.

Cleveland lotta e sembra dare il 100%, soprattutto Lebron che lavora molto difensivamente e chiude con una tripla doppia che non sorprende. Si sveglia tardi Irving (complice la difesa di Golden State) e nonostante un solidissimo Kevin Love gli uomini di Lue alzano bandiera bianca nell’ultimo quarto.

Ora la serie si sposta in Ohio per gare 3 e 4. Per LeBron e compagni è già da ultima spiaggia, vale a dire quelle partite dove è più pericoloso che mai.

CLEVELAND CAVALIERS – GOLDEN STATE WARRIORS 113-132 (34-40, 64-67, 88-102)

CAVALIERS: Love 27, James 29, T. Thompson 8, Irving 19, Smith, D. Williams, Frye 2, Jefferson 7, D. Williams 5, Shumpert 6, D. Jones 2, J. Jones, Korver 8. All. Lue

WARRIORS: Green 12, Durant 33, Pachulia 2, Curry 32, K. Thompson 22, Iguodala 5, McGee 2, West 2, Barnes, McAdoo 2, McCaw, Livingston 10, Clark 10. All. Kerr