NBA – Embiid aiuta i 76ers a sbancare Miami 108-128, 21 di un importante Belinelli. E’ 2-1 per Phila.

(Photo by Jesse D. Garrabrant/NBAE via Getty Images)

I Philadelphia 76ers reagiscono alla sconfitta di gara-2 vincendo e convincendo in gara-3 sbancando l’American Airlines Arena, casa dei Miami Heat, per 108-128. I Sixers così conducono la serie del 1° turno per 2-1. Decisivo lo strappo della franchigia della Pennsylvania a inizio ultima frazione con Joel Embiid protagonista con sette punti consecutivi. “L’uomo mascherato”, al debutto nei Playoffs NBA dopo aver saltato le prime due partite della serie, è stato decisivo nell’aiutare i Sixers a vincere il match soprattutto nell’ultimo periodo a fronte di un Whiteside sempre più irritante e evanescente in casa Heat e un Dwyane Wade che stavolta non ha proprio punto. Importante per Phila anche l’aiuto di Saric e del solito Simmons.
Mentre il “nostro” Marco Belinelli, che ha da subito iniziato alla grande con 11 punti nel primo quarto (un gioco da quattro punti e una tripla da 9 metri tanto per gradire), è stato determinante nella ripresa nel break che ha capitalizzato la gara con diversi passaggi vincenti per i compagni e ottima, tanta presenza sul campo in ben 33′ giocati con 21 punti. Finora viaggia con 20,7 punti di media in questa serie.
Da segnalare il tanto trash-talking tra Marco e Goran Dragic special modo nel terzo quarto.

LA PARTITA: Ritorna Joel Embiid per i 76ers che parte nel quintetto di Brett Brown. Ma è Beli il protagonista nel primo strappo dei Sixers dal 18-17 al 21-32 dopo 10′ con un gioco da quattro punti e una tripla da 9 metri. Winslow con sette punti personali e la tripla di Ellington rimontano il break dei Sixers, Beli con un fade-away chiude il primo quarto sul 33-37 a favore di Philadelphia, 11 punti di Marco senza errori al tiro.
A inizio secondo quarto scaramuccia tra Wade e Justin Anderson con i due giocatori a pigliarsi ciascuno un fallo tecnico. Phila continua a giocare a marce alte e guida il match 38-43 al al 16′, ma gli Heat con un break di 8-0 ribaltano il punteggio con Dragic e Winslow sugli scudi, 46-43 al 17′. Beli rientra in campo pareggiando con la tripla. Phila è sostenuta dalle transizioni di Simmons, ma non trova strappi importanti con Miami che con Winslow (19 punti alla pausa) trova il +3, ma Phila risponde con Saric, 55-57 al 21′. Joel Embiid diventa protagonista nel finale di tempo sbagliando un alley-oop ma poi si rifa con una tripla zittendo poi il pubblico di casa con dito davanti alla bocca. Il primo tempo finisce comunque a favore di Miami, 64-63 con il canestro di Adebayo. 14 di Belinelli alla pausa.
Si rientra in campo e Goran Dragic diventa il principale terminale offensivo degli Heat portandoli sul 78-73 al 29′. Rientra Belinelli in campo che segna il canestro del 78-75, poi Embiid impatta con la tripla. Intanto tanto trash-talking tra Beli e lo sloveno (fallo tecnico a testa) con Dragic a segnare poi il canestro del 82-78 subendo fallo proprio da Marco ed urlandogli poi in faccia “esibendo” i muscoli. 82-80 dopo 31′. L’italiano ritorna a segnare per l’86-88, Wade e Olynyk rispondono per Miami mentre TJ McConnell si prende le redini dell’attacco Phila a fine terzo quarto che termina 94-96.
L’ultimo quarto inizia con l’intensità di Philadelphia che cerca di scrollarsi di dosso gli avversari per il +10 ospite con la tripla di Ilyasova e i liberi di Simmons, 95-105 a 9’11” dal termine. Reagisce Miami che trova con Richardson due triple nel rispondere a Dario Saric, 105-112 a 5’32”. Ma arriva il momento di Joel Embiid che da la sterzata decisiva al match con 7 punti consecutivi, Belinelli partecipa con 2/2 ai liberi e con presenza nel gioco dei Sixers, tipo lo splendido assist per la schiacciata di Simmons del 108-123 a 2’20” dal termine. Miami si spegne completamente e si arrende, finisce 108-128.
Si pensa a gara-4 in programma sabato sera in Italia alle 20:30.

Miami Heat – Philadelphia 76ers 108-128 (33-37; 64-63; 94-96)

Miami: Dragic 23 e 8 assist; Winslow 19 e 10 rimbalzi; Richardson 14; J.Johnson 12 con 7 rimbalzi e 5 assist.
Philadelphia: Marco Belinelli 21 punti (7/13 al tiro, 4/8 da tre, 3/3 ai liberi), 4 rimbalzi, 5 assist, 1 rubata in 33′; Embiid 23 con 7 rimbalzi; Saric 21 con 7 rimbalzi; Simmons 19 con 12 rimbalzi e 7 assist.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata