NBA: Finalmente il miglior Danilo Gallinari e vittoria Clippers!

Danilo Gallinari
Danilo Gallinari #8 of the LA Clippers (Photo by Jay Metzger/NBAE via Getty Images)

Partita in prima serata per i Los Angeles Clippers di Danilo Gallinari, che ospitavano i Washington Wizards. Ancora privi di Milos Teodosic, che dovrebbe rientrare per la prossima sfida o al massimo la seguente, i californiani, nonostante un inizio difficile, sono riusciti a imporsi per 112-113 con la miglior prestazione dell’azzurro da quando veste la maglietta dei Clippers.

Danilo Gallinari, che in allenamento e durante il riscaldamento metteva a segno canestri da tutte le posizioni, a inizio partita dimostrava ancora la mancanza di lucidità della sfida contro Minnesota. Ma era questione di rompere il ghiaccio poco a poco, e l’ala di Graffignana iniziava dalla lunetta, con 4 punti consecutivi derivati da due falli conquistati in penetrazione. Un bel 2+1, che ha ricordato i suoi migliori “circus shot”, ha permesso all’azzurro di sbloccarsi anche con i tiri dal campo e raggiungere quota 7. Una tripla di Lou Williams permetteva ai Clippers di pareggiare 21-21, e un’altra tripla di CJ Williams dava ai locali il primo vantaggio della serata. Il primo parziale di chiudeva con i Clippers avanti 27-30.

https://twitter.com/NBA/status/939601989121474562

Una tripla di Austin Rivers apriva il secondo quarto, e il ceco Tomas Satoransky rispondeva dalla stessa distanza per Washington. Danilo Gallinari tornava in campo e segnava attaccando il ferro con aggressività. L’azzurro si sbloccava poi anche dalla lunga distanza, mettendo il 39-43 nel cassetto. Mancava sbloccarsi dall’arco, ed ecco una tripla che permetteva ai Clippers di iniziare a divertirsi e crederci sempre di più. Un altro circus-shot permetteva ai Gallo di raggiungere quota 16 e ai Clippers di andare all’intervallo dominando 49-62.

La seconda metà dell’incontro si apriva con Gallinari in campo dirigendo le azioni dei suoi. Un assist, un fallo in attacco subito, ma anche due canestri sbagliati, e i Wizards tornavano sul -9. Un parziale di 10-1 dei Wizards rimetteva gli ospiti in partita, con Bradley Beal scaldando la mano; l’uomo più in palla dei Wizards permetteva ai capitolini di rimontare fino al 75-75. Due triple del sesto uomo Lou Williams davano aria ai Clippers, anche se Scott replicava nello stesso modo. Il terzo parziale si chiudeva con i Clippers avanti 81-85.

Danilo Gallinari tornava in campo nell’ultimo e decisivo quarto, con Bradley Beal intenzionato ad essere sempre decisivo per i suoi. Satoransky metteva i Wizards avanti 90-87, ma una tripla del Gallo tornava a pareggiare i conti, e poi l’azzurro schiacciava a canestro per il vantaggio dei Clippers. Gallo toccava quota 21 punti: season-high. Wesley Johnson riportava i Clippers avanti con una bella tripla, ma Otto Porter rispondeva. Gallo segnava il 100-101, ma poi Scott realizzava due triple consecutive e dava ai suoi il vantaggio per 105-101. Gallo riavvicinava i suoi dalla lunetta, ma Scott segnava ancora. Lou Williams riportava i Clippers sul -2, ma Mahinmi realizzava. Gallinari prendeva un importantissimo rimbalzo e Austin  Rivers metteva a segno la tripla del +1 per i Clippers, facendo impazzire il pubblico locale. Bradley Beal conquistava il 2+1, l’incredibile Lou Williams segnava la tripla della vittoria da lontanissimo. Il premio al Sesto Uomo dell’anno è già suo. Thriller alla fine, con un canestro di Beal sulla sirena rivisitato dagli arbitri e tanta confusione. Ma alla fine importantissima vittoria per i Clippers.

https://twitter.com/LAClippers/status/939610053329395712

Danilo Gallinari ha chiuso la miglior prestazione da quando gioca a Los Angeles, con 25 punti, 3 rimbalzi, 2 assist e una palla recuperata in 36 minuti, giocando sempre in posizione di 4 e assumendosi anche un po’ i galloni di Blake Griffin, oltre alla posizione in campo del franchise-man dei Clippers. Eccellente prestazione, importantissima per il morale sia del giocatore che della squadra e dell’ambiente che la circonda. Eccezionale Lou Williams, con 35 punti partendo dalla panchina.