NBA, Bargnani a muso duro e New York si rialza nel derby

Nottata NBA, catalizzata dal derby della Grande Mela, andato in scena in quel di Brooklyn fra le deluse d’inizio di stagione. Da una parte i Nets di coach Jason Kidd (5-13), protagonisti del mercato estivo ma clamorosamente in difficoltà nelle prime uscite stagionali, e dall’altra i Knicks di coach Woodson (3-13), sempre più sulla graticola dopo le pessime prestazioni esibite dalla propria squadra. Ecco il recap della nottata:

NEW YORK KNICKS-BROOKLYN NETS 113-83

Derby verità doveva essere, e derby verità è stato. I New York Knicks stravincono il probabile spartiacque della stagione e forniscono un primo segnale alle contendenti: anche noi ci siamo! Naturalmente le prestazioni dovranno essere riconfermate con squadre di altro calibro, con tutto il rispetto di questi derelitti Nets, incapaci ancora di trovare l’alchimia giusta per essere competitivi. Ma la franchigia del super tifoso Spike Lee offre una prova gagliarda di squadra, “sporcandosi le mani”  anche con giocatori che non ti aspetti: su tutti il nostro Andrea Bargnani. 16 punti a referto (tirando 7/13 dal campo e sparando 1/2 da 3), raccogliendo 2 rimbalzi e distribuendo 3 assist in 27 minuti in cui è sceso sul parquet, ma soprattutto protagonista di un episodio simbolico della partita. L’azzurro infatti è stato espulso (per doppio tecnico) in seguito ad un accenno di rissa con il solito provocatore Kevin Garnett, a risultato giùà acquisito. Classico episodio di “trash-talking” cui l’ex Celtics è riconosciuto come massimo esponente, e al quale il nostro Andrea non si è lasciato intimidire, divenendo così l’idolo dei tifosi Knicks che lo hanno omaggiato con una standing ovation all’uscita dal campo. Tornando alla parita, c’è stato ben poco equilibrio, con New York a scappare subito via senza possibilità di venire acciuffata dai malconci Nets, privi di Williams, Kirilenko e Pierce. Doppia-doppia per Carmelo Anthony da 19pt+10 rimbalzi, apparso ben più altruista del solito, bene anche Shumpert a tabellino con 17 punti. Non bastano per la squadra di Jason Kidd, i 24 punti +9 rimbalzi di Brook Lopez, uno dei pochi a salvarsi e in doppia cifra a fine partita assieme al solo Joe Johnson (13pt).

ALTRI RISULTATI DELLA NOTTE:


CLIPPERS-MEMPHIS 101-81

MIAMI-CHICAGO 87-107

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *