NBA: Il Media Day di Marco Belinelli e Danilo Gallinari

Marco Belinelli Danilo Gallinari Media Day
Marco Belinelli e Danilo Gallinari hanno partecipato al Media Day con Hawks e Clippers – Laura Cristaldi, BasketItaly

Il Media Day, ovvero la presentazione delle squadre alla stampa, è l’evento che apre ufficialmente la stagione NBA. In questo lunedì di fine settembre quasi tutti i franchise si sono presentati ai mezzi di comunicazione, e ovviamente abbiamo avuto un occhio di riguardo verso i nostri azzurri, pronti a iniziare una nuova stagione nel miglior campionato del mondo con addosso delle nuove magliette: quella degli Atlanta Hawks per Marco Belinelli e quella dei Los Angeles Clippers per Danilo Gallinari.

Marco Belinelli vuole dire la sua ad Atlanta

Il coach degli Atlanta Hawks Mike Budenholzer, che ha aperto il Media Day con una conferenza stampa trasmessa in diretta su Facebook, interrogato sull’incorporazione di Marco Belinelli, non ha nascosto la sua ammirazione verso l’azzurro:

“Siamo molto emozionati di avere Marco tra di noi. È uno di quei ragazzi che avrei sempre voluto allenare, e finalmente ne avrò la possibilità. Il suo ruolo è soprattutto offensivo, è un giocatore unico, che non solo tira, ma può fare tante altre cose. Abbiamo sempre avuto molto successo con i giocatori europei. Credo che incassi alla perfezione nel nostro team e sono molto contento di averlo qui in questo gruppo”.

Simone Sandri della Gazzetta dello Sport, presente ad Atlanta, ha riportato le prime parole di Marco Belinelli con addosso la nuova maglietta:

Coach Bud è il valore aggiunto di questa squadra. Ovviamente voglio dare il massimo, per me è un anno importante, essendo anche in scadenza di contratto. Mi piace molto Dennis Schröder, spero che svilupperemo subito la chimica giusta. Vedo tanto entusiasmo e tanta voglia di fare qui ad Atlanta, è un bell’ambiente”.

Non è potuta mancare una domanda sull’EuroBasket da poco conluso:

Abbiamo dato il massimo e siamo usciti contro un’ottima Serbia. Coach Messina ha fatto un ottimo lavoro. Il nuovo calendario FIBA che non permetterà ai giocatori NBA di essere presenti per le qualificazioni non mi sembra una grande idea, vediamo cosa succederà”.

Danilo Gallinari, a Los Angeles per vincere

Dopo sei stagioni a Denver, Danilo Gallinari è approdato ai Clippers con l’idea di potersi unire a un gruppo più competitivo e che punti in alto. Coach Doc Rivers non vede l’ora di allenare l’azzurro, come reiterato in occasione del Media Day.

Ho voluto Gallinari, l’ho inseguito per anni. La sua versatilità è unica”.

Lo stesso Danilo, che ha parlato ai media insieme con Milos Teodosic, ha confermato di essersi completamente ripreso dall’incidente sofferto durante l’amichevole con la nazionale.

Sto bene. Ho iniziato ad allenarmi a pieno regime la settimana scorsa. Ho guardato Italia-Serbia con Milos”. – Ha riportato Zeno Pisani, collaboratore della Gazzetta dello Sport presente all’evento.

“Ho scelto i Clippers perché erano la miglior situazione per me, la squadra migliore tra quelle che erano interessate a me; la squadra che mi offriva più possibilità di vincere e quella che mi dava più opportunità di avere un ruolo importante in essa”.

L’azzurro indica che il froncourt dei Clippers, con lui assieme a Blake Griffin e DeAndre Jordan, per lui è “senza dubbio il migliore” di tutta l’NBA.

Su Teodosic, Gallo ha detto: “È una vera leggenda in Europa e fino ad ora non sono mai riuscito a batterlo”. Il serbo ha annuito sorridendo: si nota come l’intesa tra i due giocatori europei è ben presente, come hanno fatto notare dall’account di Clippers Francia.