Il Beli e il Mago tornano grandi protagonisti

Sono tornati (forse). Bargnani e Belinelli regalano due prestazioni super nella notte NBA e cancellano almeno in parte le prove opache delle settimane precedenti.

 

Il Mago è un autentico trascinatore e conduce alla vittoria i suoi Raptors contro i Denver Nuggets per 105-96 in quello che è a tutti gli effetti un derby mancato a causa dell’infortunio di Danilo Gallinari. L’ala romana realizza 26 punti in 36 minuti con un buon 5/10 da due e 2/4 dai 7.25 a cui si aggiungono 5 rimbalzi e 2 assist ed è il miglior realizzatore per Toronto seguito da DeRozan con 17 punti (ma con 6/20 dal campo) e Linas Kleiza (15). A Denver non basta un Ty Lawson da 26 punti e 9 assist e i Nuggets restano così noni nella Western Conference.

Gli Hornets sono corsari invece l’Oracle Arena di Oakland e sconfiggono i Warriors (reduci da una sfida punto a punto coi Lakers la notte precedente) per 102-87 grazie se non soprattutto alla prova straordinaria di Marco Belinelli. La guardia ex Fortitudo mette a segno 22 punti con un eccellente 4/5 da 3, che cancella almeno in parte le brutte percentuali dall’arco tenute nelle settimane precedenti. Jarrett Jack e Carl Landry sono altrettanto decisivi con 20 punti a testa. Per i Warriors benissimo Davide Lee autore di 28 punti e 7 rimbalzi, che come al solito bada più alle sue statistiche personali piuttosto che al record di squadra. Discrete le prove del rookie Klay Thompson (13) Brandon Rush (che non riesce però a replicare la fantastica prova contro i Lakers) e Dorell Wright, entrambi con 12 punti.

Questa notte, giornata di riposo per i Toronto Raptors mentre New Orleans sarà di scena al Rose Garden di Portland contro I Blazers, e infilare la seconda vittoria consecutiva non è cosa impossibile contro i malcapitati dell’Oregon.

(C) BasketItaly.it – Riproduzione Riservata