Dunkest NBA – I nostri consigli per la nuova stagione. La scommessa? Devin Booker

Il logo di Dunkest NBA

Nuova stagione NBA vuole dire nuova stagione di Dunkest NBA! E allora come già fatto per il campionato italiano ecco i nostri consigli per gli acquisti di Dunkest.

GUARDIE 

Consigliarvi Russell Westbrook (20 cr.)  è banale e scontato. Il numero 0 di Okc, però, si prepara a una stagione da dominatore dove passerà tutto dalle sue mani. Triple doppie come se piovessero, è il più costoso ma ne vale davvero la pena.
La nostra scommessa invece è Devin Booker (8.5), la giovanissima star dei Phoenix Suns ha già mostrato doti offensive di prima fascia. La tecnica di tiro è sostanzialmente perfetta e in grado di punire da qualsiasi posizione, inoltre giocando per dei Suns in totale rifondazione avrà tanto spazio e tante possibilità di sbagliare.
Un altro giocatore che potrebbe essere utile per chiudere formazioni costose è Buddy Hield (7), un tiratore già pronto per la NBA e che a New Orleans dovrebbe trovare spazio.

ALI

Ci si interroga molto sul rendimento di Draymond Green (17.5) ora che c’è un certo KD accanto a lui. Le triple doppie potrebbero arrivare comunque, in quanto il ruolo di Green rimane di estrema importanza e nel famoso “Death Lineup” il suo ruolo a rimbalzo e come riapertura dal post sarà sempre incisivo. Al 90% sarà costantemente battezzato da 3 punti, cosa che potrebbe facilmente portarlo in doppia cifra.
Se parliamo di triple doppie non si può non citare Giannis Antetokounmpo (14), che partirà da PG titolare quest’anno, vale sicuramente i soldi che costa.
Per completare il roster, Mirotic (8.5) dovrebbe avere molto più spazio ai Bulls, così come Ibaka (11) che potrà prendersi molti più tiri a Orlando. Tra i rookie Sabonis (4) avrà modo di farsi notare a OKC, anche se forse è una presa da fare più in là nella stagione.

CENTRI

Ok Cousins (16.5), Sacramento passerà tutta dalle sue mani, ma il nome che ci giochiamo è uno e uno solo: Karl Anthony Towns (15.5).
Già un top player dopo l’anno da rookie, nelle mani di Coach Thibodeau può essere già un All Star. Punti segnati tantissimi(secondo solo a Cousins), potenza a rimbalzo, e pochissimi liberi sbagliati. La squadra è destinata a migliorare e noi puntiamo tutto su di lui.
Embiid (7) è tutto da scoprire, ma se rimanesse sano può essere un crack nonostante la concorrenza a Phila.

COACH

Volete i bonus derivanti da vittorie e più di cento punti segnati? Beh c’è un solo nove allora: Steve Kerr (11).
Steph Curry-Kevin Durant-Klay Thompson. Pensate davvero che possano mai segnare poco?

Anche quest’anno la sfida per vincere a Dunkest sarà durissima, visto che come sempre verrà premiata la costanza e le scommesse un po’ folli!