NBA: I Clippers di Gallo battono i Bucks di Giannis all’overtime

Danilo Gallinari Los Angeles Clippers
Danilo Gallinari – Credit: LA Clippers

Splendida ed emozionante partita allo Staples Center per i Los Angeles Clippers di Danilo Gallinari, che si sono trovati faccia a faccia con una delle squadre più in forma di tutto il campionato: i Milwaukee Bucks di Giannis Antetokounmpo. Al termine di una partita e di un overtime pazzeschi, i padroni di casa si sono imposti per 126-128, cancellando così la sconfitta di due giorni fa a Portland e portando il proprio record sul 7-5.

Doc Rivers ha rimesso in quintetto Marcin Gortat al posto di Boban Marjanovic, assieme a Danilo Gallinari, Tobias Harris, Patrick Beverley e il rookie Shai Gilgeous-Alexander, che ha preso il posto dell’infortunato Avery Bradley in squadra guadagnando minuti, fiducia ed esperienza, e regalando prestazioni eccellenti. Primo quarto decisamente positivo per i Clippers che, riuscendo a limitare Giannis Antetokounmpo e trovando in Patrick Beverley un realizzatore occasionale, hanno chiuso avanti 24-33. Nel secondo quarto i Bucks hanno dimostrato di non essere solo l’asso greco, ma una bella squadra con parecchie armi offensive al proprio arco, tra cui un inverosimile Brook Lopez reinventato triplista che ha messo in difficoltà la difesa rivale. I Bucks sono andati all’intervallo avanti 64-62.

I Los Angeles Clippers hanno continuato a lottare nella ripresa, con la smania di portare a casa un’importante vittoria prima di affrontare Golden State nella prossima partita. Montrezl Harrell si è reso protagonista con una serie di canestri frutto di cuore e potenza, e la sua grinta e il suo sorriso hanno contagiato gli animi e l’ambiente. Shai Gilgeous-Alexander ha dato segni di lucidità con canestri importanti, ma dopo aver chiuso il terzo quarto avanti 84-89, nonostante l’enorme sforzo difensivo, i Milwaukee Books hanno trovato il pareggio sul 119-119 con una tripla di Eric Bledsoe.

Il primo canestro dell’overtime è stato per la squadra ospite, ma i Clippers hanno saputo reagire, ancora grazie a Shai dalla tripla, perfettamente imbeccato da Danilo Gallinari. Brogdon e Antetokounmpo ci hanno provato, ma sul 126-126 è apparso il Sesto Uomo dell’anno: Lou Williams, che con un floater sbilenco praticamente sulla sirena ha regalato ai suoi una vittoria meritata, per la voglia messa in campo da tutti i ragazzi di Doc Rivers.

Danilo Gallinari magari non ha realizzato la sua miglior partita a livello offensivo, ma ha messo comunque a segno comunque 13 punti e battuto il suo record personale di tiri liberi consecutivi, che si è fermato fermato a 55. Il suo precedente record, risalente all’anno scorso, era di 54, mentre quello del franchise di Jamal Crawford nel 2012 era di 58. Gallo si è fermato al 56º, peccato… Ci riproverà sicuramente! In ogni caso, l’azzurro è stato autore di un’encomiabile prova difensiva, costringendo Giannis Antetokounmpo a commettere due falli offensivi ai suoi danni e lottando su ogni pallone. 8 rimbalzi e 3 assist (due per spettacolari triple di Shai Gilgeous-Alexander) completano una positiva prova a tutto campo.

Un giocatore come Giannis Antetokounmpo, che viaggia su medie da MVP dell’NBA, non può essere fermato, ma può essere limitato. Gallinari e Harris hanno limitato i danni con lui, che ha comunque messo a segno 27 punti, 18 rimbalzi, 4 assist e 5 recuperi in 41 minuti in campo, ma ha anche perso 6 palloni e, senza questo “trattamento speciale”, sarebbe risultato determinante.

Per i Clippers il top-scorer è stato Montrezl Harrell, con 26 punti e 9 rimbalzi, seguito da Patrick Beverley, autore di 21 punti, 5 rimbalzi e 3 assist e Tobias Harris (20 punti e 11 rimbalzi). Per i Bucks, oltre a Antetokounmpo, da segnalare i 23 punti di Malcom Brogdon e i 20 di Brook Lopez (con 6/12 in triple: record per un centro).