Belinelli e la sua preseason: “So di dover dare di più”

Tempi difficili per Marco Belinelli in quel di Chicago. Nelle prime amichevoli l’ex Fortitudo ha reso al di sotto delle aspettative: tanti, forse troppi errori dal campo. In maglia biancorossa ancora non è arrivato il primo canestro da tre e, per uno che in carriera può vantare un quasi 40% da oltre l’arco, questo fa notizia.

 

E’ la stessa guardia azzurra ad essere consapevole di non attraversare un buon momento e dalle colonne dello “Chicago Tribune” afferma: “Sono felice per la vittoria contro Minnesota ma a livello personale so di dover dare di più. Sono molto arrabbiato per le mie prestazioni. L’unica ricetta è lavorare e acquisire fiducia”.

Ma lo staff tecnico e i suoi compagni sembrano credere in lui. Thibodeau ritiene che l’azzurro possa essere sempre utile anche con percentuali al tiro non all’altezza e Carlos Boozer sembra essere sulla stessa lunghezza d’onda: “L’unica ricetta è continuare a tirare e giocare con fiducia. Abbiamo intenzione di eseguire comunque giochi per lui. Tutti in questa squadra possono avere momenti difficili, poi appena segni il primo canestro non ti fermi più”. E questo sperano anche i tifosi dei Bulls. Sperano che il Beli, una volta sbloccatosi, continui a perforare la retina con continuità. La sua missione sarà far dimenticare le bombe di Korver (passato agli Hawks) e le giocate di CJ Watson (ceduto ai Nets).

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata