Bargnani trascina i Knicks, record per Belinelli, Denver vittoriosa sui Lakers

javascript:ImageManager.populateFields('Galleria/NBA/bargnani77-knicks.jpg')Vince per 95-91 New York su Atlanta e lo fa grazie a una prova maiuscola del Mago Bargnani che sforna una prestazione da 20 punti e 11 rimbalzi con canestri fondamentali nel finale quando i Knicks rischiano di sprecare un vantaggio di 17 punti. Bargnani, aiutato da JR Smith(partito in quintetto) e da Carmelo Anthony tiene lontani gli Hawks che provano la rimonta nel secondo tempo trascinati dai 25 punti di Teague e dai 23 di Horford ma è proprio l’italiano a chiuderla a 2 minuti dalla fine con un canestro nel pitturato che archivia la pratica
Atlanta: Teague 25 (7/15, 0/2), Horford 23. Rimbalzi: Carroll 9. Assist: Teague 8.
New York: BARGNANI 20 (6/11 da due, 2/4 da tre e 2/2 ai liberi) con 11 rimbalzi, due assist e una stoppata in 31’. Anthony 25 (6/19, 3/6). Rimbalzi: Smith 7. Assist: Shumpert 9.

Sesto successo consecutivo per San Antonio che si sbarazza degli Wizard per 92-79 con un Belinelli al massimo in carriera alla voce assist: 8, a cui si aggiungono 10 punti e 5 rimbalzi per quella che è un ulteriore prova di grande maturità per la guardia azzurra.
Gli Spurs volano in doppia cifra di vantaggio quasi subito mentre la squadra della capitale sembra affidarsi solo alle giocate di Wall. Beli firma subito 2 assist per Splitter e Diaw per poi colpire dall’arco per il +17 Spurs nel secondo quarto. I Wizard sembrano domani ma nel 3 quarto l’intensità cresce e Wall e Compagnia si riportano perfino a -3 costringendo Parker a dare un’accelerata ristabilendo le distanze. Negli ultimi 10 minuti tutto facile per gli speroni che con Ginobili spingono anche al +22. Game,Set&match.
San Antonio: BELINELLI 10 (2/2 da due e 2/2 da tre) con cinque rimbalzi e otto assist in 23’. Parker 16 (7/8, 0/1), Diaw 15. Rimbalzi: Splitter 9. Assist: Green 4.
Washington: Webster 21 (5/10, 3/6), Beal 19. Rimbalzi: Webster 10. Assist: Wall 3.

Denver scaccia le voci di mercato che vogliono Faried verso la grande mela, e vincono contro i Lakers, per 111 a 99,  proprio con una grande prova dell’ala da 21 punti e 13 rimbalzi. Denver la vince coi lunghi grazie anche a un Mozgov da 23 punti che riesce a sostituire bene l’infortunato McGee. Troppe palle perse per i Lakers a cui non basta un rinato Gasol da doppia doppia (25+12) o un Jordan Hill da 18+15. Da ricordare che nella notte i Lakers erano privi di Steve Nash, fermo ai box per un problema alla schiena
Denver:  Mozgov 23, Faried 21. Rimbalzi Faried 13 Assist: Lawson 7
Lakers: Gasol 25, Hill 18.  Rimbalzi: Hill 15. Assist: Blake 11

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *