All-Star: Il Team World batte gli USA, Jamal Murray MVP

Jamal Murray Denver Nuggets
Jamal Murray dei Denver Nuggets è stato l’MVP del Rising Stars Challenge dell’All-Star (Foto: Laura Cristaldi, Basket Italy)

È iniziato ufficialmente l’All-Star weekend, il fine settimana difesta della pallacanestro NBA con i migliori giocatori riuniti a New Orleans. Nel primo importante e atteso evento, il Rising Stars Challenge, con i migliori rookie e sophomore del campionato divisi tra statunitensi e stranieri, il Team World ha avuto la meglio, imponendosi 150-141 agli USA, e vendicandosi così della vittoria americana dell’anno scorso.

I due compagni di squadra di Danilo Gallinari nei Denver Nuggets hanno brillato: il canadese Jamal Murray è stato insignito con il titolo di MVP grazie ai suoi 36 punti (13/19 al tiro, con 9/14 in triple), 11 assist e 3 rimbalzi in 20 minuti. Molto bene anche il centro serbo Nikola Jokic, che ha sfiorato la tripla doppia con 12 punti, 11 rimbalzi e 8 assist.

Il rookie di casa Buddy Hield (Bahamas) si è fatto valere con 28 punti e il lettone Kristap Porzingis ha messo a segno 24 punti e 10 rimbalzi. Da parte del Team USA, il migliore in campo è stato il compagno di Marco Belinelli negli Charlotte Hornets Frank Kaminsky, con 33 punti, seguito da Karl-Anthony Towns, autore di 24 punti e 11 rimbalzi.