Nazionale – La spedizione azzurra è pronta a fare sul serio

nazionale azzurri
Marco Belinelli e Danilo Gallinari durante la conferenza stampa a Folgaria – Laura Cristaldi, BasketItaly

FOLGARIA – La nazionale azzurra continua il Training Camp in Trentino. La splendida cornice di Folgaria anche quest’anno ha ospitato il ritiro dei ragazzi scelti da Ettore Messina per preparare l’EuroBasket che prenderà il via il 31 agosto. Dopo le prime sessioni di allenamento, seguite dal caloroso pubblico che ha invaso la località dell’Alpe Cimbra soprattutto nelle giornate con allenamenti a porte aperte, le giornate in montagna stanno volgendo al termine, e durante il fine settimana sarà la volta delle prime amichevoli, con la ormai “classica” Trentino Cup.

Giovedì mattina il coach Ettore Messina e i due rappresentanti dell’NBA Danilo Gallinari e Marco Belinelli hanno preso parte a una conferenza stampa aperta al pubblico nella piazza del paese, durante la quale hanno raccontato le proprie sensazioni per il lavoro svolto fino a questo momento e le aspettative in vista delle varie amichevoli che inizieranno sabato e soprattutto della competizione vera, alla quale manca poco più di un mese.

“Stiamo molto bene qui a Folgaria;” – ha confermato Marco Belinelli – “le persone che vengono a vedere gli allenamenti ci fanno sentire il proprio affetto ed è un’ottima cosa per noi. Sarà così anche in occasione della Trentino Cup, anche se per noi queste partite amichevoli serviranno soprattutto a mettere in pratica quanto imparato in allenamento e trovare quel feeling necessario che più avanti ci permetterà di fare la differenza”.

Lo scopo è quello di arrivare al 100% per l’appuntamento con le sfide ufficiali e quest’anno, rispetto alle stagioni passate, si parla tanto anche di “umiltà”.

“Stare assieme, il ritiro e le amichevoli sono momenti fondamentali per quanto riguarda il gruppo;” – ha dichiarato Danilo Gallinari – “stiamo assieme da tanti anni, quindi ci conosciamo tutti molto bene, con l’aggiunta di qualche ragazzo nuovo. In campo è molto importante cercare di costruire la chimica giusta e recepire subito i messaggi di Ettore e metterli in pratica. Giocheremo tante amichevoli, un passo secondo me fondamentale per arrivare pronti a Tel Aviv”.

L’EuroBasket 2017 non sarà una passeggiata, bisognerà essere costanti e migliorare partita dopo partita.

“Soprese non ne ho avute per quanto riguarda voglia e motivazioni;” – ha fatto sapere Ettore Messina – “ho ritrovato la stessa grinta dell’anno scorso. Adesso siamo tutti molto curiosi di disputare le prime due partite, perché dopo otto giorni di allenamento c’è voglia di andare in campo”.

Uno dei momenti più difficili per il coach azzurro sarà quello di dover scartare qualcuno dei ragazzi che in questo momento si stanno allenando con il gruppo, fino ad arrivare alla lista dei 12 atleti che formeranno la rosa azzurra per la competizione continentale.

“Non sarà facile dire a chi si sta allenando da tre/quattro settimane che poi dovrà stare a casa,” – ha continuato Messina – “si cerca di scegliere i 12 più adatti per l’appuntamento, senza creare false aspettative e spiegando la scelta con chiarezza. Poi speriamo di aver azzeccato gli uomini in questo senso”.

Le tante amichevoli in programma prima del debutto ufficiale contro Israele a Tel Aviv serviranno anche per fare qualche esperimento, provare determinate cose e correggerle strada facendo. Secondo il coach, valutare il progresso gara dopo gara sarà fondamentale. L’ItalBasket è pronta a fare sul serio.