Matteo Spagnolo, speranza italiana che giocherà a Madrid, pronto per l’Under 16

Matteo Spagnolo
Matteo Spagnolo debutterà con la nazionale Under-16 – Stella Azzurra Roma

Matteo Spagnolo è uno dei nomi “caldi” del basket italiano. Nonostante non abbia ancora compito 15 anni (nato il 10 dicembre 2003), il playmaker brindisino è balzato più volte alle cronache sia per le sue prestazioni e record con la Stella Azzurra Roma, che per il suo ingaggio da parte del Real Madrid. In ogni caso, da oggi stesso in poi gli occhi saranno puntati su di lui in quanto farà il suo debutto con la maglietta dell’Italia ai campionati europei Under 16, che si disputeranno nei prossimi giorni a Novi Sad.

Matteo Spagnolo, che detiene il record di essere il giocatore più giovane ad aver debuttato a livello Senior (13 anni e 10 mesi) con la squadra di Serie B della propria Stella Azzurra, si era già fatto notare quando giocava ancora nella Men Sana Mesagne, nella sua Puglia natale: in una partita del campionato Under-13 aveva messo a segno 78 punti! Il talento di Spagnolo, un play-guardia con enormi doti da tiratore e notevoli capacità atletiche, non è passato inosservato neanche in Europa. Il Real Madrid, infatti, ha puntato su di lui per il proprio settore giovanile. Considerando il ruolo e l’età, nella capitale iberica parlano di lui già come “il nuovo Luka Doncic”.

Il club attualmente campione dell’Eurolega ha sempre puntato forte sul proprio settore giovanile, sia formando giovani talenti di casa, che integrando il suo roster con giovani perle provenienti dall’estero. Per il regolamento della Liga ACB, infatti, se un giocatore straniero disputa 3 stagioni nelle giovanili di un club spagnolo, è poi consideratoJFL (Jugador Formado Localmente) e conta nella composizione delle rose delle squadre come se fosse spagnolo a tutti gli effetti.

Con il suo cognome, poi, i giochi di parole sono serviti su un piatto d’argento. Lo spagnolo Spagnolo… Ma finché la maglietta che indosserà la giovane promessa nei vari tornei internazionali sarà quella dell’Italia, allora va bene così, anzi, va benissimo. Si è detto ripetutamente che negli ultimi anni il campionato ACB è il più competitivo d’Europa, e lo è anche a livello giovanile. A squadre storiche fornaci di talenti come il Joventut Badalona o l’Estudiantes di Madrid, si sono poi unite Real Madrid e FC Barcelona e, in ultima istanza, il Valencia Basket, con l’inaugurazione di uno dei migliori complessi per la pallacanestro giovanile in Europa: l’Alqueria del Basket.

Alle 20.30 prenderanno il via gli Europei U16. L’Italia, inserita nel Gruppo D, giocherà contro la Francia; domani (sabato) alle 16.00 sarà la volta della sfida contro l’Estonia e la fase a gironi si concluderà domenica 12 alle 18.15 con la partita contro la Georgia. C’è molto interesse attorno a questo giovane ragazzo che aveva già fatto parlare di sé disputando diversi tornei internazionali a livello Under-18 e, oltre agli appassionati e addetti ai lavori italiani, sicuramente anche nella capitale iberica daranno un’occhiata alle sue statistiche. Dopo la partenza di Luka Doncic verso l’NBA, i blancos cercano un nuovo ragazzo straniero da veder crescere, così come in Italia c’è bisogno di nuovi idoli. E con Nicolò Mannion e Matteo Spagnolo si intravede un futuro brillante.