Italia-Portogallo, Gallinari: “Buona prova per noi”. Pianigiani: “Vittoria per crescere”

Al termine della gara tra gli azzurri di Simone Pianigiani e il Portogallo si è tenuta la consueta conferenza stampa. Ad intervenire sono stati il coach ospite, Danilo Gallinari, Simone Pianigiani e Angelo Gigli. Ecco le dichiarazioni raccolte dal nostro inviato da Sassari:

L’allenatore del Portogallo Palma esalta la prestazione degli azzurri, ottimi in difesa e nei rimbalzi, giovani e sempre concentrati. Il Portogallo invece è un team di transizione, dato che nessuna squadra Portoghese non giocano in leghe internazionali e molti giocatori non hanno nemmeno avuto modo di giocare con le loro squadre. Hanno giocato molto bene contro altre squadre come Germania e Bosnia, ma nessuna è stata forte come l’Italia.

Minhava: Siamo una squadra giovane e possiamo fare meglio, contro la Repubblica Ceca potremmo fare meglio e al ritorno dimostreranno i loro miglioramenti.

Danilo Gallinari: “Sono soddisfatto della gra, una buona prova per noi, soprattutto sui concetti base che stiamo mettendo in atto dall’inizio del raduno, ci voleva una partita del genere per riprendere il ritmo. Siamo stati tutti bravi ad unirci in gruppo, e a dimostrare entusiasmo  e a trasmetterlo anche al pubblico. Mi piacerebbe giocare con Devecchi, mio cugino, ha le carte in regola per raggiungere la nazionale puntando sulle sue caratteristiche. La Turchia è la squadra più forte del gruppo, ha tutto: esperienza forza, sarà dura“.

Simone Pianigiani: “Oggi dovevamo vincere e il modo di farlo è stato quello migliore per crescere, loro hanno fatto una bella preparazione e sulla carta il divario non era così ampio, noi abbiamo giocato insieme e questo atteggiamento è da portare nelle prossime partite, dato che l’ambiente in cui giocheremo sarà diverso.
La Rep.Ceca ha già battutto la Bielorussia e quindi arriverà carica e oggi abbiamo avuto dei segnali positivi, con il Gallo che è rientrato nella maniera migliore, abbiamo fatto tutto quelle che serviva per mettere lui dentro un contesto di squadra che lavora insieme da un mese, con il quale lui ha potuto solo guardare da bordo campo. Adesso inizia la parte difficile, ma con questo atteggiamento si possono superare le difficoltà. Con la Rep.Ceca sarà una partita diversa, sia per la loro fisicità, sia per il loro atteggiamento soprattutto difensivo. Nonostante la partita fosse in un giorno particolare, oggi c’è stata comunque presenza ed energia positiva, si sente la passione e l’entusiasmo, un atteggiamento giusto per incitare la squadra”.

Angelo Gigli: “Son ritornato a Sassari in un ambiente diverso, è la prima volta che vinco a Sassari, speriamo di ripeterci con la Turchia, la mia prestazione è un risultato di gioco di squadra, sono stati bravi i miei compagni a coinvolgermi. Forse anche noi ci aspettavamo una partita più difficile, per demerito loro è stata più facile del previsto ma già dalla prossima partita le cose saranno diverse”.

 

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *