Italia: i 12 di coach Sacchetti per il match contro l’Olanda

L'immagine può contenere: 6 persone, persone che sorridono, testo

Groningen. Alla vigilia della sfida ai Paesi Bassi, domani ore 18.00 alla Martini Plaza di Groningen, gli Azzurri sono sereni e concentrati. Dopo l’allenamento serale Meo ha comunicato i 12 giocatori che scenderanno in campo: out Amedeo Della Valle per uno stato influenzale, Simone Fontecchio e Raphael Gaspardo. 

Il primo posto nel girone e la qualificazione alla seconda fase già in tasca non sono un vantaggio per gli Azzurri, perché quello che conta sono i due punti da portare in dote a settembre, quando comincerà il secondo e decisivo girone verso il Mondiale FIBA 2019. Non conta nulla nemmeno il +18 rifilato agli Orange a Treviso in febbraio. Dopo la sconfitta casalinga di Trieste contro la Croazia, la Nazionale ha come unico obiettivo quello di chiudere il girone D con 5 vittorie.
Coach Sacchetti ne è consapevole: “Non è mia abitudine fare calcoli prima del previsto. Siamo alla seconda fase, lo so, ma il nostro lavoro in questo primo step è ancora da concludere. Domani ci aspetta una partita non semplice, contro una squadra di giocatori aggressivi e di stazza. Gli olandesi vanno tutti a rimbalzo e noi dovremo essere bravi a non concederne tanti come invece abbiamo fatto all’andata (44, n.d.r). Dopo il match contro i croati abbiamo qualche piccolo acciacco e ieri abbiamo utilizzato l’allenamento per recuperare mentre oggi sul parquet siamo stati più intensi. I miei ragazzi non dovranno patire la pressione e mettere in campo le qualità che hanno”.

Farà il suo esordio Nico Mannion, che all’età di 17 anni, 3 mesi e 17 giorni sarà il quarto giocatore più giovane di sempre a vestire la maglia Azzurra (più giovani di lui, seppure di pochi mesi, solo Vinicio Nesti negli anni ’40, Dino Meneghin negli anni ‘60 e Alessandro Riminucci negli anni ’50).
“Nico ha qualcosa in più rispetto ad altri della sua età – spiega Meo – a partire da due gambe fuori dal comune. Ha talento e finora ha mostrato cose interessanti in allenamento. Domani lo testeremo in partita. Ha fatto una scelta importate decidendo di vestire la maglia dell’Italia e vogliamo che cresca nel modo giusto”.

In questi giorni si sta parlando molto di Danilo Gallinari. Sollecitato, il coach torna sull’argomento: “Lo sto dicendo dall’inizio di questa avventura, non mi va di parlare dei giocatori che non ci sono. Voglio focalizzarmi sulla squadra che ho e che mi sta dando ottime soddisfazioni. Ho chiamato Danilo così come ho chiamato gli altri. Pensavo che avesse voglia di tornare in Nazionale ma quando l’ho sentito ho trovato una chiusura totale. Mi ha detto che in questa finestra sarebbe stato out per via della mano e che il 25 agosto (inizio del raduno Azzurro in vista delle partite di settembre, n.d.r.) dovrà essere a Los Angeles. Questo è tutto ciò che telegraficamente mi ha detto”.

I 12 Azzurri per i Paesi Bassi*

#1 Niccolò Mannion (2001, 188, G, Pinnacle High School)
#4 Pietro Aradori (1988, 196, A, Segafredo Virtus Bologna)
#6 Paul Biligha (1990, 200, C, Umana Reyer Venezia)
#7 Luca Vitali (1986, 201, P, Germani Basket Brescia)
#12 Ariel Filloy (1987, 190, P, Sidigas Avellino)
#16 Amedeo Tessitori (1994, 208, C, Eurotrend Biella)
#23 Awudu Abass (1993, 200, A, EA7 Emporio Armani Milano)
#27 Stefano Tonut (1993, 194, G, Umana Reyer Venezia)
#31 Michele Vitali (1991, 196, G, Germani Basket Brescia)
#32 Christian Burns (1985, 203, A/C, Red October Cantù)
#33 Achille Polonara (1991, 205, A, Banco di Sardegna Sassari)
#41 Brian Sacchetti (1986, 200, A, Germani Basket Brescia)

I giocatori a disposizione

#00 Amedeo Della Valle (1993, 194, G, Grissin Bon Reggio Emilia)
#10 Raphael Gaspardo (1993, 207, A, The Flexx Pistoia)
#13 Simone Fontecchio (1995, 203, A, Vanoli Cremona)

*Le squadre di club si riferiscono all’ultima stagione sportiva

I 12 dei Paesi Bassi

#0 Yannick Franke (1996, 195, G/A, Dolomiti Energia Trento)
#5 Leon Williams (1991, 188, P, Gottingen – Germania)
#6 Worthy De Jong (1988, 194, G, Leiden)
#7 Charlon Kloof (1990, 191, P, Murcia – Spagna)
#10 Willem Brandwijk (1995, 206, A, Indiana – USA)
#11 Shane Hammink (1994, 196, G, Bilbao – Spagna)
#12 Thomas Van Der Mars (1990, 206, A, Kalev/Cramo – Estonia)
#13 Roeland Schaftenaar (1988, 209, A, Larissa-Faros – Grecia)
#14 Nick Oudendag (1987, 208, C, Den Bosch)
#18 Stefan Wessels (1984, 203, A, Den Bosch)
#33 Jito Kok (1994, 207, A, Valladolid – Spagna)
#44 Arvin Slagter (1985, 190, G, Groningen)

All: Toon Van Helfteren
Ass: Sander Van Der Holst

Arbitri: Zashchuk (Ucraina), Rutesic (Montenegro), Ozols (Lettonia)

I precedenti contro i Paesi Bassi

26 partite giocate (25 vinte/1 persa)
8 partite giocate nelle fasi finali del Campionato Europeo (7 vinte/1 persa)
2 partite giocate nelle Qualificazioni all’Europeo (2 vinte)
La prima: Campionato Europeo, 2 maggio 1947 (Praga, Cecoslov.), Italia-Paesi Bassi 34-39
L’ultima: Qualificazioni Mondiali, 23 febbraio 2018 (Treviso), Italia-Paesi Bassi 80-62
La vittoria più larga: Qual. Europeo, 5 dicembre 1990 (Ravenna), Italia-Paesi Bassi 126-78 (48)
La sconfitta più pesante: Campionato Europeo, 2 maggio 1947 (Praga, Cecoslovacchia), Italia-Paesi Bassi 34-39 (-5)

FIBA WORLD CUP 2019 QUALIFIERS #FIBAWC
Girone D: Italia, Paesi Bassi, Croazia, Romania

Prima giornata
Italia – Romania 75-70
Paesi Bassi – Croazia 68-61

Seconda giornata
Croazia – Italia 64-80
Romania – Paesi Bassi 75-68

Terza giornata
Italia – Paesi Passi 80-62
Croazia – Romania 56-58

Quarta giornata
Romania – Italia 50-101
Croazia – Paesi Bassi 82-78

Quinta giornata
Paesi Bassi – Romania 77-52
Italia – Croazia 72-78

Classifica
Italia 4/1*
Paesi Bassi 2/3*
Romania 2/3
Croazia 2/3

Sesta giornata – 1 luglio 2018
Paesi Bassi – Italia (Groningen, ore 18.00 diretta su Sky Sport HD)
Romania – Croazia (Cluj, ore 18.00)

*Già qualificate alla seconda fase

La formula delle qualificazioni
Otto gruppi da quattro squadre con la formula del girone all’italiana. Le migliori tre squadre di ogni gruppo si qualificano alla seconda fase, dove verranno inserite in quattro gironi da sei squadre. Le prime tre qualificate di ogni gruppo staccheranno il pass per il Mondiale 2019 (31 agosto/15 settembre). Nella seconda fase non potranno affrontarsi nuovamente le squadre che nella prima fase facevano parte dello stesso girone. Il gruppo degli Azzurri sarà “accoppiato” con il gruppo C (Polonia, Kosovo, Lituania, Ungheria).

Ufficio Stampa Fip

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *