Eurobasket 2013: ecco i gironi di qualificazione

Il conto alla rovescia sta per giungere al termine: il match tra Islanda e Serbia di martedi 14 darà il via alle qualificazioni ad Eurobasket 2013. 31 nazionali al via suddivise in sei gironi da cinque e uno da sei, passeranno le prime 2 di ogni raggruppamento più le quattro migliori terze. Ne resteranno, quindi, solo 16 a cui andranno aggiunte la Slovenia (paese ospitante), Macedonia, Francia, Gran Bretagna, Grecia, Lituania, Russia e Spagna (già qualificate).

Ecco i sei gironi:

GRUPPO A
Il gruppo A è l’unico raggruppamento da 6 e ne fanno parte Serbia, Israele, Estonia, Slovacchia, Montenegro e Islanda. I Serbi di coach Dusan Ivkovic sono i grandi favoriti ma occhio anche Montenegro e Israele.

GRUPPO B
Nel secondo gruppo si daranno invece battaglia Germania, Bulgaria, Azerbaijan, Lussemburgo e Svezia. Per la qualificazione sono in pole tedeschi e bulgari ma i primi, guidati da Pesic ma senza Kaman e Nowitzki, hanno l’obbligo di giocare al 100% con chiunque.

GRUPPO C
Nel gruppo C vedremo impegnate Croazia, Ucraina, Austria, Cipro e Ungheria. I croati di coach Repesa, recentemente affrontati dagli azzurri in doppio incontro conclusosi con una vittoria per parte, possono concludere agevolmente al primo posto ma attenzione all’insidia ucraina.

GRUPPO D
Probabilmente il gruppo più equilibrato. Georgia, Bosnia Herzegovina, Olanda, Romania e Lettonia: difficile individuare chi “ammazzerà” il girone, forse la Bosnia, ma nazionali come la Georgia del naturalizzato Jacob Pullen (si, proprio l’ex Biella!) e la Lettonia possono rivelarsi degli scomodissimi clienti.

GRUPPO E
Finlandia, Polonia, Svizzera, Albania e Belgio. Il quinto raggruppamento è abbastanza interessante e senza una vera e propria testa di serie. Probabilmente Polonia e Finlandia davanti a tutte, ma attenzione alla Svizzera dell’ex Montegranaro, Cantù e Treviso Greg Brunner.

GRUPPO F
E veniamo al gruppo dell’Italia. A far compagnia agli azzurri ci saranno Turchia, Repubblica Ceca, Bielorussia e Portogallo. Gli avversari più temibili per la truppa di Pianigiani sembrano essere i turchi, ragion per cui, con due/tre posti a diposizione, la qualificazione non dovrebbe essere una missione impossibile.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata