Italy in Europe – Bargnani: “È stato fantastico tornare in campo”

Andrea Bargnani contento di essere tornato a giocare minuti importanti (Foto: Laura Cristaldi, Basket Italy)
Andrea Bargnani contento di essere tornato a giocare minuti importanti (Foto: Laura Cristaldi, Basket Italy)

Andrea Bargnani finalmente ha riassaporato la pallacanestro giocata, eccome! Domenica scorsa, nella partita persa dal suo Baskonia sul campo del FC Barcelona all’overtime, il pivot romano era rimasto in campo per ben 36 minuti. Due giorni dopo aver riconquistato un ruolo importante in una squadra che lotta per vincere tutte le partite, il giocatore ha esternato le sue sensazioni all’agenzia di comunicazione spagnola EFE :

“È stato fantastico tornare in pista, perché essere infortunato è frustrante. Voglio continuare a migliorare per aiutare sempre di più i miei compagni”.

Il Laboral Kutxa Baskonia, a parte cercare di essere “il terzo incomodo” tra Real Madrid e Barcellona nel campionato spagnolo, punta molto sull’Eurolega, dove l’anno scorso si era classificato per la Final-Four.

Mi piace il nuovo formato della competizione,” – ha affermato Bargnani – “ci sono più partite, e più si gioca, meglio è! Ovviamente non sarà facile, ma dobbiamo prenderci cura del nostro fisico per farci trovare al meglio in ogni occasione”.

La preseason della compagine basca non è stata facile; per via degli infortuni e degli impegni di diversi giocatori nelle partite di qualificazione all’Eurobasket 2017 la squadra si allena al gran completo da pochi giorni:

“Stiamo lavorando duro. Finalmente possiamo lavorare tutti assieme e dobbiamo ancora trovare gli esatti meccanismi per far combaciare tutti i pezzi del puzzle. Io sono nuovo, e ci sono altri giocatori nuovi, ci manca un po’ di chimica di squadra e personalmente sento che mi manca ancora il giusto ritmo di gioco”.

La pallacanestro europea è diversa da quella NBA, Bargnani ne è coscente:

“Sapevo che avrei dovuto mettere a posto un paio di cose, ma alla fine si tratta dello stesso sport, quindi niente di che”.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *