Italy in Euroleague: Il Fenerbahçe perde il derby col Darussafaka, 2 punti per Datome

Zeljko obradovic fenerbahçe 2016-11-24
Brutta partita per il Fenerbahçe di Zeljko Obradovic

Un brutto Fenerbahçe con pessime percentuali di realizzazione è caduto sul parquet del Darussafaka Dogus per 72-65 in uno dei vari derby di Istanbul in quest’edizione dell’Eurolega.

La squadra di Zeljko Obradovic ha macinato gioco come al suo solito, ma i palloni proprio non volevano entrare, con solo 4/21 in triple (19.1%). I padroni di casa, tirando solo un pelo meglio dalla lunga distanza (8/27, 29.6%), hanno comunque conquistato il successo grazie agli 11 rimbalzi offensivi e alla buona circolazione del gioco.

Eppure il Fenerbahçe era partito meglio, chiudendo ogni spazio in difesa e terminando il primo quarto avanti 10-20. Ma nel secondo parziale il Darussafaka aveva risposto con la stessa moneta e, grazie a un parziale di 24-11, era andato all’intervallo in vantaggio 34-31. Nel terzo quarto il Fenerbahçe era riuscito con molta fatica a riequilibrare le sorti dell’incontro, andando all’ultimo riposo con il 47-47 sul marcatore. Negli ultimi dieci minuti gli uomini di David Blatt avevano dato il meglio di sé, riuscendo a portare a casa un’importantissima vittoria in chiave qualificazione ai playoff.

Per il Darussafaka grande prestazione del giovane centro croato Ante Zizic, con 14 punti e 10 rimbalzi (25 di valutazione) e Brad Wanamaker (12 punti, 11 rimbalzi e 22 di valutazione). Da parte del Fenerbahçe Bogdan Bogdanovic ha fatto il bello ed il cattivo tempo: è stato sì il massimo realizzatore, con 18 punti, ma ha anche sbagliato tantissimo, mettendo a segno una sola tripla su 8 tentativi. Per il nostro Gigi Datome solo 2 punti (1/3 in tiri da due, 0/2 in triple), ma con 9 rimbalzi è stato il migliore dei suoi in quest’aspetto del gioco, anche se non è servito a molto.

Il Fenerbahçe raccoglie l’ottava sconfitta e scivola in quarta posizione; l’undicesima e fondamentale vittoria del Darussafaka permette agli uomini di David Blatt igualare l’11-11 dell’Anadolu Efes, che in questo momento è ottavo.