Scandone, senza infamia e senza lode! Ad Utena finisce in parità. 77-77

Nella gara d’andata dei quarti di finale della FIBA Europe Cup Utena ed Avellino si annullano a vicenda 77-77. Altro pareggio per i ragazzi di Pino Sacripanti che nei secondi finali sprecano il possesso della vittoria. Partita equilibrata tra due squadre fisicamente non al top ma in grado, comunque, di esprimere una discreta pallacanestro. Tra le fila biancoverdi non bastano i 17 punti di Dez Wells, in serata di grazia, e i 15 con 6 rimbalzi di Kyrylo Fesenko. Palle perse e bassa percentuale da oltre l’arco: queste le due situazioni da rivedere per la Sidigas in vista del ritorno. Dall’altro lato pazzesca prova di Kenny Gaines: 18 con 6/9 da due e 17 di valutazione. Ancora più prolifero Maksym Korniienko: per il numero 12 in canotta biancorossa doppia doppia (15 e 10) con 24 di plus-minus. La scena si sposta al Del Mauro: mercoledì prossimo sapremo quale delle due compagini approderà alla Final Four 2018.

CRONACA DEL MATCH

QUARTO: Partita a ritmo basso e punteggio in grande equilibrio. Avellino si affida alla presenza sotto canestro di Kyrylo Fesenko mentre Utena sfrutta le mani sapienti di Kupsas. Tanti errori dal campo per i biancoverdi che, nonostante un’egregia circolazione di palla, non trovano con costanza il fondo della retina. Gaines si mette in proprio: partenza “ad incrociare” favolosa che lascia sul posto prima Wells poi Fitipaldo. 60’ secondi di totale black-out per Zerini e Co: parziale di 6 a 0 per i padroni di casa, complice una difesa molle e lenta sui cambi. Wells si fa perdonare con 4 punti nel finale di quarto. 21-14

II QUARTO: Il pressing di Avellino coglie i suoi frutti: altra palla recuperata da Thomas Scrubb che realizza il tapin del -5. La Scandone cresce in difesa e corre in contropiede: tripla centrale di Bruno Fitipaldo e punteggio in perfetta parità a quota 28. Utena fatica a trovare conclusioni pulite; dall’altro lato perfetto controllo di Jason Rich che porta i lupi in vantaggio. Preziosissimo l’apporto difensivo-offensivo di Lollo D’Ercole: prima realizza dall’angolo, poi strappa a un possesso di assoluta importanza. 36-38

III QUARTO: Botta e risposta tra Kupsas e Fitipaldo e punteggio stabilmente in parità. Prima Fesenko poi Scrubb mettono in difficoltà una difesa lituana poco attenta e pronta sui rimbalzi offensivi. Si iscrive a referto anche Shane Lawal: 2/2 nel giro in lunetta per il lungo ex Sassari. Utena non sta a guardare: poderosa schiacciata di Gaines che punisce una difesa di Wells non proprio impeccabile. Il numero 1 in canotta verde si fa perdonare nell’azione successiva con il 2+1 che riporta la Sidigas sopra di uno. Nel finale Guscikas e Wells portano la sfida in parità. 60-60

IV QUARTO: La Juventus prova a prendere il largo: mini-parziale di 5 a 0 interrotto dalla penetrazione in mano destra di Dez Wells. Il piazzato di Leunen riporta Avellino a stretto contatto. Meraviglioso movimento “in piede perno” di Kupsas che manda per aria Fesenko e ne realizza due comodi. La Scandone alza il ritmo: tripla in transizione per Jason Rich ed altro sorpasso ospite sul 70-71. Fesenko conquista la scena: 4 punti in un amen per il lungo ucraino e +3 ospiti. I tre liberi di Simas Buterlevičius portano i lituani sul 77-77.