Fiba Europe Cup: Sassari accede senza paura, vittoria anche in Portogallo

Non viene mai messa in discussione la qualificazione di Sassari alla prossima Fiba Europe Cup; la squadra di Esposito forte del +34 della gara di andata contro il Benfica, non affonda sull’acceleratore e si ritrova a giocare una partita più equilibrata rispetto all’andata, per lo meno sino alla sirena del terzo quarto, ma con un punteggio che non fa mai vacillare le speranze biancoblu di accedere alla fase a gironi della coppa, vinta nella passata edizione dalla Reyer Venezia.
Esposito si ritrova con le rotazioni ridotte fra gli esterni, come per la prima gara di campionato con Reggio, oltre al lungodegente Smith, fuori anche Spissu per problemi fisici e Parodi per mancato tesseramento; spazio dunque al trio Bamforth, Gentile, Petteway per portare palla, con il coach Casertano deciso a dare un turno di riposo a Cooley nelle rotazioni fra i lunghi.
Il roster ridotto e la fatica di campionato, amplificata da una trasferta di viaggio iniziata Venerdì scorso e non ancora conclusa, impedisce al Banco di esprimersi al meglio, con il Benfica bravo a farsi sentire sotto canestro e a sfruttare a proprio vantaggio, degli accoppiamenti favorevoli a livello fisico; dall’altra parte del campo, Sassari è sempre efficace in campo aperto ed è capace in pochi secondi, di spezzare ogni più piccola velleità di recupero sul complessivo da parte dei padroni di casa.
Il copione si ripete più o meno per tutta la gara, con gli esterni Sassaresi, mortiferi dalla lunga distanza, in quei momenti in cui la forbice del distacco, sempre e comunque a favore degli ospiti, pareva restringersi, con le azioni difensive dei Portoghesi, sempre più blande azione dopo azione 46-59 al 20’.
Esposito da buon perfezionista, alla fine decide di alzare il tonnellaggio nel pitturato e concede diverso spazio a Cooley, un modo per provare diversi schemi sfruttando il centrone americano, il tutto mentre Bamforth da una parte costruisce la sua doppia doppia e Downs dall’altra, che dimostra di essere un giocatore di caratura superiore rispetto ai suoi compagni.
Il passare dei minuti, spinge Sassari ad abbassare la guardia in difesa, ma non in attacco, gli uomini di Esposito ritrovano la tripla cifra e una bella iniezione di fiducia per mettere alle spalle la giornata no di Reggio Emilia, l’accesso alla Fiba Europe Cup, vale una dose di visibilità internazionale indispensabile per la società Sarda; ad attenderla ora nel girone, il Leicester, il Falco Vulcano e una vecchia conoscenza per i tifosi Sassaresi, lo Szolnoki Olaj. 92-111 il punteggio finale della gara, con gloria all’ultimo secondo, anche per Re, al primo canestro in maglia Dinamo.