..E partita perfetta fu! Avellino domina il Besiktas al Pala Del Mauro. 90-74

Serviva la partita perfetta e così è stato. Avellino domina tra le mura amiche del Pala Del Mauro i turchi del Besiktas e conquista così la sua quarta vittoria nel girone D di Champions League. Prestazione solida, convincente per i ragazzi di Pino Sacripanti, sempre avanti ed in pieno contro del ritmo per tutti i 40’ minuti. Rimbalzi, contropiede e circolazione di palla: le chiavi di una vittoria che dà morale e speranza per la qualificazione alla fase eliminatoria. Sugli scudi il duo Filloy-Rich: 39 punti in due, leaders non più silenziosi tra le cui mani passano tante responsabilità offensive. Il Besiktas è apparsa pigra e soft sotto canestro ed in difficoltà ad attaccare la zona biancoverde. La Sidigas, dal canto suo, si è dimostrata molto versatile, concentrata e sempre in anticipo su ogni pallone. Per i turchi da rivedere la bassa percentuale da due (38%) e la scarsa efficienza nel pitturato. Non bastano, per Sanli e Co, i 16 punti di Clark e l’ottima prova di Strawberry. Domenica è la volta di Pesaro: all’Adriatic Arena in palio due punti fondamentali per riprendere la marcia anche in campionato.

I QUARTO: La Scandone parte col piede giusto e non si fa trovare impreparata: Fesenko solido nel pitturato e Rich da 2/2 dalla mezza. Besiktas in netta difficoltà a trovare la via del canestro: gli irpini precisi sui cambi difensivi ed abili a chiudere le linee di passaggio. L’attacco di Pino Sacripanti passa per le mani del numero 25 in canotta biancoverde: 6 punti in 3 minuti di gara e primo allungo casalingo. Avellino produce grande pallacanestro: ottima circolazione di palla per la tripla “piedi a terra” di Lollo D’Ercole. I turchi restano aggrappati al match a suon di liberi. N’Diaye si traveste da assist-man: splendido passaggio lungo linea per la tripla dall’angolo di Bruno Fitipaldo. Filloy e Co in pieno controllo del match; la compagine di Sarica pessima nella voce percentuale dal campo. (22-14)

II QUARTO: La sfida è tutta sotto canestro: Sanli vs N’Diaye, duello interessante senza esclusioni di colpi. Il Besiktas si dimostra ben messo in campo e più organizzato rispetto al primo quarto. Avellino soffre sul pick and roll centrale e sulla fisicità in cabina di regia di Boatright.  La zona dei bianconeri sale d’intensità ed i lupi faticano a costruire tiri puliti e ad attaccare il canestro. Scrubb è ovunque: rimbalzi, difesa e palle recuperate. Avellino perfetta in difesa: costringe Il Besiktas all’infrazione di 24 secondi e dilaga in campo aperto per il massimo vantaggio sul 38-27. Clark e Co accorcia dai 6 e 75 ma Avellino è padrona del campo. (40-30).

III QUARTO: La Sidigas ricomincia così come aveva concluso il primo tempo: circolazione e contropiede. Massimo vantaggio di 15 sul 47-32 al 23’. Al Festival delle triple partecipa anche Andrea Zerini: primi punti anche il numero 0 ex Brindisi. I turchi in confusione: due falli in attacco consecutivi di Sanli e Veyseloglu ma Avellino non ne approfitta. Botta e risposta tra Filloy e Clark e partita che si infiamma. Fitipaldo si porta a casa due liberi di vitale importanza che permettono agli irpini di mantenere il vantaggio in doppia cifra. (62-48).

IV QUARTO: Pronti, via: tripla di Fitipaldo per il massimo vantaggio avellinese sul 65 a 48. L’asse Luenen-N’Diaye-Fitipaldo funziona alla grande. Il nigeriano servito splendidamente: un viaggio in lunetta ed un alley-oop all’attivo. Clark si carica i bianconeri sulle spalle: 2+1 e vantaggio casalingo che scende sotto la doppia cifra. La tripla dal parcheggio di Filloy, come suo solito, permette ai lupi di respirare e respingere così i tentativi di rimonta turchi. Fesenko stoppa Clark in penetrazione e Leunen in contropiede dà la spallata decisiva al match. Primo passo pazzesco e terzo tempo di Scrubb che lascia sul posto Strawberry e si prende gli appalusi del Pala Del Mauro. Con il Besiktas alle corde, il finale è tutto di stampo avellinese. 90-74.

 

Coach Sarica: “Congratulazioni ad Avellino per l’ottima partita e la grande prestazione. Noi non abbiamo giocato bene e sabato abbiamo una partita nel campionato turco e dovremo reagire. Siamo stati troppi pigri e soft nel primo tempo; nel secondo non siamo tornati in partita.”

Coach Sacripanti: “Sono punti fondamentali per restare tra le prime quattro del girone. Abbiamo giocato un match stupendo: abbiamo mosso la palla, bene in difesa e tutti hanno partecipato alla causa. Besiktas ha perso quattro partite in stagione e due contro Avellino, quindi noi siamo di ottimo livello. Siamo stati molto attenti partendo dalla difesa e tatticamente sono super contento. Se noi difendiamo così diventa più facile tutto il resto.”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *