La Champions finisce qui! Zubcic manda fuori Avellino 79-74

Non riesce l’impresa alla Sidigas Avellino di coach Sacripanti che esce sconfitta di misura dalla Telekom Dome col punteggio di 79 a 74. Partita in grande equilibrio per tutti i 40 minuti ed a deciderla è la prestazione pazzesca di Zubcic, eroe di giornata con 17 punti, 4 rimbalzi e +8 di plus/minus. Dalla sua la Scandone non ha saputo gestire un vantaggio di 8 lunghezze a 5’ minuti dalla conclusione ma è apparsa poco lucida e concreta nelle fasi finali. Match da dimenticare per Mr Jason Rich 11 punti, 3/15 al tiro e mai in ritmo. Buone le prove di Scrubb e Zerini: qualità, presenza ed efficacia che non sono bastate ai biancoverdi per ribaltare l’inerzia. Anche i lupi sono fuori dalla BasketBall Champions League che, mai come quest’anno, appare stregata per le compagini italiane. L’avventura europea per Avellino non finisce qui. Il quinto posto nel girone a quota 20 garantisce l’accesso alla Europe Cup.

ANALISI DEL MATCH

Primo quarto di grande ritmo tra Telekom Bonn e Sidigas Avellino con alte percentuali al tiro. Zubcic e Filloy sugli scudi: difese che si aprono ed attacchi che corrono. Qualche difficoltà per i ragazzi di Sacripanti a bucare la zona tedesca ma il talento dei singoli fa la differenza. Primo vantaggio irpino sul 21 a 22 grazie alla bomba dall’angolo di Bruno Fitipaldo. Continui cambi di vantaggio alla Telekom Dome con Bon discreta dai 6 e 75, complice una difesa irpina sempre in ritardo sul lato debole. Bravo Zerini in chiusura su Klein: l’ala della nazionale nel corso della seconda frazione cresce notevolmente in termini di plus/minus. Altra tripla di rilevanza strategica del numero 6 avellinese che tiene a freno la mini-fuga di Mayo e Co.  Avellino sprecona in attacco e confusa in fase di costruzione; Bruning caldo come una stufa spinge i padroni di casa sul +5. Filloy con pazienza attacca la zona; i lupi tornano a contatto ed azionano la freccia del sorpasso, trascinati da uno strepitoso Dez Wells. Leunen difende, N’Diaye prende l’ascensore ed inchioda il 37 pari. Polveri bagnate per entrambe le compagini nel corso del terzo quarto: buoni tiri per Rich e Co che non trovano il fondo della retina. Hill ne approfitta e segna i liberi del 47 a 42. Zerini e Scrubb a suon di triple mantengono Avellino a contatto. Perfetto equilibrio sul 57 a 57 al 30’. L’asse Fitipaldo-Zerini è devastante: 6 punti in un amen per l’ex capitano di Brindisi che dà il LA alla fuga biancoverde ed al piazzato in campo aperto di Jason Rich. I tedeschi non stanno a guardare: parziale di 7 a 0 con Zubcic protagonista e vantaggio firmato O.J Mayo. Avellino non segna più: i soli liberi di Rich muovono il punteggio. Nel finale, dopo una batteria di viaggi in lunetta, è Bonn a conquistare la vittoria e spingere gli irpini fuori dalla fase eliminatoria della BasketBall Champions League. 79 a 74

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *