Champions League – Reyer, che beffa! L’Estudiantes con la tripla di Landesberg la gela 81-80.

L’Umana Reyer Venezia cade sulla sirena in casa degli spagnoli del Movistar Estudiantes per 81-80. A decidere il match la tripla di Sylven Landesberg a tempo scaduto dopo che Dominique Johnson aveva messo il canestro del +2 per Venezia a 3”7 dalla fine. Una grossa beffa per la Reyer che si ritrova a subire la seconda sconfitta consecutiva dopo quella di Avellino. Menzione speciale per Stefano Tonut che oggi dopo mesi di agonia e un delicato intervento alla schiena è tornato in campo. Ora la formazione oro-granata si deve concentrare al match di campionato, sabato alle 20:45 l’Umana Reyer sarà impegnata in casa al PalaTaliercio contro la Grissin Bon Reggio Emilia.

CRONACA_ Approccio migliore della squadra spagnola che con Landesberg e Suton va sul +7 dopo 6′ (15-8), Venezia con un buon inizio di Watt e la tripla di Haynes seguita dal canestro dall’angolo di Cerella contiene sul -2, ma l’Estudiantes con Cvektovic e Landesberg sembra più in palla con il punteggio che dopo 7′ dice 19-13, De Raffaele chiama time-out. Watt è un vero rebus per gli spagnoli portando la Reyer sotto di 2, gli oro-granata hanno l’opportunità per il pari sbagliandola. Gli ½ dalla lunetta di Landesberg e Marques Green chiudono il primo periodo sul 20-18 con Stefano Tonut che rivede il campo dopo tanto tempo. Nel secondo quarto l’Umana sbaglia alcuni attacchi perdendo palloni sanguinosi mentre dall’altra parte Arteaga e Brizuela danno il nuovo +6 per l’Estudiantes ma è solo un attimo, perchè Venezia migliora l’intensità in difesa e in attacco con un Peric indiavolato rimonta il parziale, Orelik mette la tripla del +6 per Venezia al 18′ (30-36), time-out chiesto da Maldonado. Brown su rimbalzo offensivo mette il -5 prima del canestro di Watt che chiude il primo tempo sul 33-40 a favore della Reyer.
Si ritorna in campo e l’Estudiantes in poco più di un minuto agguanta il pari per il 40-40. Peric e Haynes riallungano con due canestri pesanti, Brown però non ci sta e con Cvektovic riporta la squadra spagnola sul 48-48 al 25′, time-out De Raffaele. Biligha diventa lo scorer per la Reyer con sei punti personali, Johnson allunga per il 50-56 al 28′, ma negli ultimi 2’15” del quarto Venezia non riesce a trovare il canestro, Movistar con Cook e Suton impatta al 30′ per il 56-56. Ultimo quarto. La partita è tesa per la portata di due punti capitali nel girone: Orelik e Watt mettono il +4 al 32′, poi Brown e soprattutto Brizuela ribaltano il punteggio per il 64-63 a 6’25”, time-out Reyer. Si infortuna Johnson per un problema alla caviglia, ma rientrerà in campo. La Reyer risponde con De Nicolao e la tripla di Orelik rimette un +4 d’oro a 4’55” dalla fine, time-out Estudiantes. Due sciocchezze di Haynes: prima commette antisportivo poi fallo sul tiro da tre di Brizuela che con tre liberi pareggia sul 68-68 a 4’20”. Si entra nei due minuti finali con la tripla di Dominique Johnson che dà il 71-73, Landesberg pareggia, poi è Orelik con un’altra tripla a mettere il 73-76 a 49”1. Johnson perde scioccamente palla, uno scatenato Brizuela mette i liberi del 75-76 a 28”3. Gli spagnoli decidono di fare fallo sistematico su Johnson a 16”5 e ai liberi l’ex Varese li mette entrambi, 75-78. Time-out Estudiantes. Brizuela si inventa la tripla del pareggio a 11”4 dalla fine. Altro time-out, stavolta della Reyer. Johnson riporta avanti Venezia con un canestro a 3”7 dalla sirena. Sembra praticamente fatta per Venezia, ma dopo il time-out di Maldonado, Landesberg dall’angolo in faccia a Cerella sulla sirena mette la bomba che vale il match. Finisce 81-80 tra la gioia del pubblico spagnolo.

MVP BasketItaly.it: Dario Brizuela.

Movistar Estudiantes – Umana Reyer Venezia 81-80 ( 20-18; 33-40; 81-80)

Estudiantes: Cvetkovic 7, Hakanson 2, Brizuela 14, Vicedo, Cook 6, Suton 15, Landesberg 11, Sola, Savane 2, Brown 21, Caner-Medley, Arteaga 3. All. Salva Maldonado.

Venezia: Haynes 8, Peric 13, Johnson 9, Green 1, Tonut, De Nicolao 8, Orelik 15, Bolpin, Ress ne, Biligha 8, Cerella 2, Watt 16. All. Walter De Raffaele.

Arbitri: Georgios Poursanidis (Grecia), Martin Horozov (Bulgaria) e Yener Yilmaz (Turchia).

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata