Champions League- Orelik salva la Reyer, Bayreuth battuto 70-67

Grazie alla tripla di Gediminas Orelik a due decimi dalla fine, l’Umana Reyer Venezia sconfigge il medi Bayreuth 70-67 e continua a comandare il gruppo C di Champions League.
Ora Venezia si concentra al campionato, sabato alle 20:45 al PalaTaliercio arriva la The Flexx Pistoia.

CRONACA_ Buon inizio della Reyer che comanda 10-0 dopo 5′, Bayreuth fa un 0/5 iniziale al tiro legittimato da una buonissima difesa di Venezia che permette ben poco. Peric delizia il pubblico con un assist no-look per Watt, Amaize sblocca i tedeschi poi un 2+1 di Peric e la tripla di Peric danno un sorprendente 18-2 dopo 6′. La guardia Amaize entrato dalla panchina dà linfa in attacco per Bayreuth che rosicchia punto su punto con la complicità del pivot Seiferth, la Reyer che trova punti importanti con Watt, 23-13 dopo 9′. Quattro punti di Robinson chiudono il primo quarto sul 23-17. Continua il black-out Venezia con Amaize a mettere il -2, poi Orelik chiude il terribile break di 0-14 (o se preferite, 5-19) con la tripla del 26-21. Biligha conquista punti preziosi dalla lunetta, poi Linhart con due triple in fila porta il Bayreuth a contatto, 31-28 al 15′. La Reyer reagisce con difesa e carattere, una tripla di Bramos avvia un mini-break con Bruno Cerella a chiudere un azione al limite dei 24” per il 38-28 al 19′. Amaize chiude il parziale, ma ci pensano Ress e Orelik con ¾ ai liberi a chiudere il primo tempo sul 41-30.
Si rientra in campo e se Amaize rimane un pericolo costante per la difesa reyerina, Venezia di squadra con si porta sul +13 al 23′, 47-34. Bayreuth però non molla con prima l’ala Brooks poi con la tripla di Cox per un break di 0-7, 47-42 dopo 25′, time-out De Raffaele. Johnson mette la tripla del 52-44, ma la compagine tedesca non molla con Wachalski e Seiferth per il -4 al 28′. Si fa notare Biligha in difesa con due stoppate, ma sono Jenkins e Linhart a chiudere il terzo periodo, 56-51 dopo 30′. Ultimo quarto. Sale in cattedra Biligha autore di otto punti consecutivi per la Reyer, ma Bayreuth non molla: Seiferth, Linhart e ancora lui, Amaize, puniscono gli errori difensivi di una Reyer pasticciona in difesa, 64-61 a 5’04” dal termine, time-out De Raffaele. La Reyer perde palloni sanguinosi in attacco complice la buona difesa tedesca, con Amaize a sbagliare la tripla del possibile pareggio. Johnson mette la tripla del 67-61 a 3’30”, poi Bayreuth con l’asse Linhart-Seifert mette il -2 a meno di 3′ dalla fine. Venezia rischia di andare in tilt in attacco sbagliando più volte il canestro della fuga, ma a sua volta Bayreuth quello del pareggio. Avvengono quindi diversi errori, come quello di Seiferth a due passi, tra le due metà campo senza interruzioni. Cox però, segna il canestro del pari a 5”08. Dopo il time-out chiamato da De Raffaele, ci pensa a quel punto Gediminas Orelik a mettere una super giocata con la tripla della vittoria a 0”2 dalla fine. Venezia la vince 70-67.

MVP BasketItaly.it: Paul Biligha.

Umana Reyer Venezia – medi Bayreuth 70-67 (23-17; 41-30; 56-51)

Venezia: Haynes 5, Peric 7, Johnson 8, Bramos 3, De Nicolao 1, Jenkins 6, Orelik 12, Bolpin ne, Ress 3, Biligha 12, Cerella 2, Watt 11. All. Walter De Raffaele.

Bayreuth: Robinson 5, Cox 5, Linhart 8, Doreth, Seiferth 14, McRea, Wachalski 7, Amaize 22, Brooks 6, York. All. Raoul Korner.

Arbitri: Andris Aunkrogers (Lettonia), Haris Bijedic(Bosnia Erzegovina) e Gintaras Vitkauskas (Lituania).

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata