Champions League – Continua la crisi Reyer. L’AEK la stende nella ripresa 84-64

L’Umana Reyer Venezia non sa più vincere, sesta sconfitta consecutiva stagionale tra campionato e Champions League con l’AEK Atene a vincere ad OAKA 84-64. Gli uomini allenati da De Raffaele mollano la prima posizione nel Gruppo C e mettono in discussione la qualificazione al turno successivo. La Reyer ha retto il match fino all’intervallo sul 42-37, poi i greci con un parziale di 28-11 nel terzo quarto hanno preso il largo con Venezia incapace di reagire e di ritornare in partita negli ultimi 10 minuti. “Bocciatura” tecnica per Marques Green e De Nicolao nemmeno entrati in campo nonostante l’infortunio di Jenkins.
Ora la formazione oro-granata si deve concentrare al match di campionato. Martedì a Santo Stefano alle 18 l’Umana Reyer affronterà al PalaTaliercio di Mestre il Banco Di Sardegna Dinamo Sassari.

CRONACA_ L’inizio è equilibrato (9-9 dopo 6′) ma con l’AEK che punta sul pivot Mavroeidis che riempie di penalità i giocatori oro-granata e ispira il compagno Larentzakis con l’assist del 15-9 dopo 8′, time-out De Raffaele. Il canestro di Peric sblocca gli oro-granata, Green porta i giallo-neri sul 17-11 che chiude il quarto con 5/17 al tiro e 4 perse per Venezia. La Reyer continua a rincorrere nel secondo quarto, Green e Sakota fanno male alla difesa veneziana con Peric a commettere un fallo antisportivo, 25-13 al 12′. Orelik e Watt rispondono presente, ma l’Aek vola sul +15, 35-20 al 16′ e time-out Venezia. Arriva una piccola reazione della Reyer con uno 0-5 firmato Peric-Johnson, Atic riporta il +13 casalingo, ma con piccoli passi Venezia si avvicina: parziale di 4-12 con la tripla di Haynes a chiudere il primo tempo, 42-37 all’intervallo.
Si torna sul parquet e Johnson mette la tripla del -2 Reyer. Ma è un attimo: l’Aek con la regia di Mike Green, la bravura in difesa di James e il solito Mavroeidis ottimo sotto le plance, fa sprofondare la Reyer sotto di 10 con un break di 10-2, 52-42 al 25′, time-out Venezia. La schiacciata di Watt è un’illusione di rimonta perchè l’AEK ne ha di più con Harris e Mavroeidis ad accendere il pubblico poco numeroso dell’OAKA, 61-44 al 28′ e partita che rischia di sfuggire agli ospiti, time-out De Raffaele. Crolla la Reyer sotto le sue palle perse e l’agonismo dei greci con James, Harris e Green a punire la difesa veneziana, 70-48 dopo 30′. Nell’intervallo fra i due periodi De Raffaele sfoga la sua rabbia con i suoi giocatori chiedendo più attributi. L’ultimo quarto inizia con Watt che dà il -19, ma la tripla di Sakota sembra dare i titoli di coda anticipati. Bolpin va a segno seguito da Orelik, coach Sakota chiama time-out sul 76-56 a 6’12”. L’MVP del match Mavroeidis mette il 79-56 e il match sempre più scivola via per Venezia che molla di fatto la gara. E’ garbage time, finisce 84-64.

MVP BasketItaly.it: Dimitris Mavroeidis.

AEK Atene – Umana Reyer Venezia 84-64 (17-11; 42-37;70-48)

AEK: Elonu 4, James 8, Green 19, Harris 8, Xanthopoulos, Sakota 10, Atic 2, Larentzakis 3, Barlow 6, Moraitis, Mavroeidis 19, Kavvadas 5. All. Dragan Sakota.

Venezia: Haynes 10, Peric 12, Johnson 12, Green ne, Tonut 2, De Nicolao ne, Orelik 8, Bolpin 2, Ress, Biligha 3, Cerella 2, Watt 13. All. Walter De Raffaele.

Arbitri: Antonio Conde (Spagna), Sasa Maricic (Serbia) e Borys Shulga (Ucraina).

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *