Champions League – Batticuore Reyer! Al supplementare Venezia ha la meglio sul Rosa Radom 102-93.

Ancora overtime al PalaTaliercio, ma è vincente per l’Umana Reyer Venezia che sconfigge il team polacco del Rosa Radom 102-93 rilanciando le proprie ambizioni per i primi 4 posti per la qualificazione al prossimo turno di Champions League. Venezia rincorre per quasi tutta la partita trascinati da uno scatenato Kevin Punter con 31 punti finali, l’ex Pesaro Harrow e il lungo Zaytsev. Venezia impatta con Haynes e Orelik decisivi nel recupero, ma nel supplementare è Mitchell Watt a decidere la partita. Da sottolineare alla fine le difese di Cerella e De Nicolao.
Ora la formazione oro-granata si deve concentrare al match di campionato. Domenica 14 Gennaio nel posticipo delle 20:45 l’Umana Reyer sarà impegnata al Forum di Assago contro l’EA7 Emporio Armani Olimpia Milano.

CRONACA_ Harrow e Punter segnano i primi punti della partita per uno 0-4 polacco, ma è un attimo che la Reyer entri in match con Orelik e Watt, 13-1 di break ed è 13-5 dopo 4′. Ma arriva il contro-break del Rosa Radom di 2-14 con Harrow e Punter, 15-19 al 7′. Con il 2° fallo di Peric, De Raffaele decide di schierare insieme Biligha e Watt, ma Venezia causa un pessimo tiro da tre (1/7 nel primo quarto), offre troppo il fianco in difesa ai polacchi che trovano gran serata al tiro e buona propensione a rimbalzo, Zaytsev punisce gli oro-granata per il 19-28 prima del canestro di Green che chiude un pessimo primo quarto per Venezia sotto 21-28. L’inizio della seconda frazione non sorride alla Reyer che si ritrova sotto 21-32 con Szymkiewicz e Punter a punire la difesa di casa. Dopo il time-out chiamato da un arrabbiato De Raffaele, break della Reyer con Cerella e due triple consecutive di Johnson, 32-35 al 13′ e time-out chiesto da Kaminski. Il buon momento della Reyer svanisce, il Rosa con ottima scelta di tiri e attacco sistematico al ferro negli 1vs1, riscava il solco con un l’ex Pesaro Harrow a infilare la retina continuamente aiutato dal pivot Zaytsev. 4-13 di break e 38-48 al 18′. Punter si guadagna per due volte il fallo sul tiro da tre complice un ingenuo De Nicolao in entrambe le occasioni facendo un 4/6 ai liberi mentre la Reyer si poggia su Orelik che si batte come un leone a rimbalzo ma fa e disfa dalla lunetta. E’ 41-52 all’intervallo.
Si rientra in campo e Piechowicz firma la tripla del massimo vantaggio polacco, 41-55. Arriva il break Reyer con Peric, Johnson e Watt. Peric si fa fischiare il 4° fallo e il momento un po’ destabilizza la Reyer che subisce i punti di Auda e Harrow, ma arrivano le triple di Haynes e Oreklik, -5 e 54-59 al 24′, time-out Radom. Si accende la guardia Kevin Punter che con 10 punti consecutivi risponde alle azioni della Reyer con Haynes e Watt ma è troppo poco per Venezia che poco prima della fine del terzo quarto deve fare a meno di Peric a cui gli viene fischiato il 5° fallo, 63-71 dopo 30′. Ultimo quarto. Il pubblico del PalaTaliercio si scalda per decisioni arbitrali discutibili e nel momento più caldo Haynes diventa on-fire con 9 punti consecutivi, 72-71 e vantaggio Reyer dal 15-14 al 6′, time-out Rosa a 7’34” dal termine. Radom non si scompone e dalla lunetta ritorna avanti con Zaytsev e Punter, 28 punti finora, 72-74 a 6’17” dal termine e time-out De Raffaele. Entrambe le squadre toccano il bonus di falli a 5′ dalla fine. Cerella e Johnson mettono le triple del 79-76, Zaytsev ribalta con la bomba, poi Watt mette l’83-80 con un 2+1, time-out Reyer a 2’40” dalla fine. Punter e soprattutto Harrow ribaltano il parziale per l’83-86 a 1′ dalla fine, Orelik impatta con un 2+1 a 45”3, poi perde palla il Rosa con Harrow. Cerella sbaglia la tripla del sorpasso. Time-out Radom a 12”4 dal termine. Ma ancora Harrow perde palla complici Cerella e Watt a sbarrargli la strada a 4”4 dalla fine. E’ time-out Reyer. Haynes sbaglia l’entrata ben difeso dai polacchi, la preghiera di Auda non va da oltre metà campo. E’ tempo supplementare sull’84-84.
Zaytsev è il pericolo numero uno per la Reyer, ma il centro del Rosa sarà costretto a uscire per falli perchè Venezia attacca il ferro con un superlativo Watt che carica di falli gli avversari in area colorata da far uscire anche Piechowicz per falli. Il canestro di Punter dà il 92-93 per il Rosa ma Watt e Haynes da sotto con una buonissima difesa di Venezia con De Nicolao e Cerella, mandano i titoli di coda al match. Finisce 102-93.

MVP BasketItaly.it: Mitchell Watt.

Umana Reyer Venezia – Rosa Radom 102-93 d.t.s (21-28; 41-52; 63-71; 86-86)

Venezia: Haynes 18, Peric 8, Johnson 11, Green 2, Tonut 4, De Nicolao 6, Orelik 18, Bolpin ne, Ress, Biligha 4, Cerella 6, Watt 25. All. Walter De Raffaele.

Radom: Punter 31, Auda 7, Piechowicz 3, Witka, Zegzula, Trojan, Szymanski, Zaytsev 20, Szymkiewicz 4, Sokolowski 6, Harrow 22. All. Wojciech Kaminski

Arbitri: Nicolas Maestre (Francia), Paulo Marques (Portogallo) e Zafer Yilmaz (Turchia).

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata