Euroleague: Un’Olimpia in emergenza e svogliata cade ad Atene

krunoslav simon, rakim sanders milano 2017-01-26

Doppio turno questa settimana per la Turkish Airline Euroleague e all’Oaka Arena per la tredicesima giornata di ritorno va in scena il match tra le due ex-squadre di Alessandro Gentile.

Una Olimpia Milano  in emergenza infortuni (out,Cerella,Simon,Dragic,Fontecchio:convocato Laganà) e con Sanders tra i dieci per onor di firma,senza più nulla da chiedere a questa Euroleague fa visita al Panathinaikos alla ricerca di punti per tenere salde le sue chances di post-season,e per allungare a tre la striscia di vittorie consecutive dopo la bella vittoria contro il Real Madrid della scorsa settimana.

Pronti-via e sono gli uomini di Repesa a farsi preferire grazie ad un ottima difesa adattata ed un attacco fluido grazie alle scorribande di Cinciarini (11 pt per lui a referto) e Abass (15 per lui con 3/6 da due e 3/3 da tre).Dopo il primo time-out chiamato da Coach Xavi Pascual sono i padroni di casa a prendere il comando delle operazioni grazie ad un ottimo impatto nella partita di K.C. Rivers (10 con 3/8 da tre) che fa chiudere i suoi avanti di sei lunghezze il primo periodo(21-15).

Nel secondo periodo Milano rimane in scia degli uomini in verde,grazie ad alcune preziose giocate del duo KalnietisPascolo.Mentre nel frattempo si accende il duello nel pitturato tra l’ex Bourousis e Raduljica,con il lungo serbo a pagarne le spese con due falli a carico. Nonostante una schiacciata sbagliata da solo di Gabriel si scalda il pubblico presente all’Oaka e gli uomini di Pascual iniziano a prendere il via grazie alle triple di Pappas (10 pt per lui uscendo dalla panchina) e Nichols (33-23). Repesa tenta allora la carta della zona 2-3,ma il fioccare di palle perse,ed il tecnico al Coach dell’Olimpia mantengono le distanze invariate. Nonostante i padroni di casa facciano fatica ad attaccare la zona ospite le giocate di Singleton nel pitturato aumentano il bottino dei padroni di casa che vanno al riposo lungo con 13 lunghezze di vantaggio(38-25).

Nel terzo periodo Milano continua a zona,ma la musica non cambia.Le palle perse non diminuiscono,anzi gli uomini di Repesa a difficoltà riescono a concludere un azione offensiva e di conseguenza Calathes (top scorer per i suoi con 13 punti) e soci ne approfittano per allargare la forbice(44-27).Time-Out per Repesa che prova a dare la scossa ai suoi.Ma è il solo Cianciarini a caricarsi i suoi sulle spalle.Dopo il Time-Out di Xavi Pascual si chiude un terzo periodo senza grossi spunti,a parte una magia di Mike James sulla sirena(57-40)

Al ritmo di un amichevole di fine stagione si apre l’ultimo periodo dove sono gli “italiani” di Milano a ergersi a protagonisti.Su tutti Abass (in campo con 4 falli) che mette due bombe in rapida successione. Anche Raduljica fa vedere buone cose in ambo le metà campo,Repesa tenta cosi la carta del “quitettone” con Pascolo da 4 per riaprire un po’ i giochi,tornando al -13(dopo essere stata anche a -20) costringendo Pascual a chiamare time-out a poco più di 3 minuti dalla fine. Un Panathinaikos molto deconcentrato chiude la contesa con il punteggio finale di 74-61 grazie ai canestri di Pappas e Rivers inanellando cosi la sua terza vittoria consecutiva. Per l’Olimpia Milano arriva un’altra sconfitta esterna,su cui però,poco poteva fare vista la quantità e qualità delle assenze.

Si torna in campo tra meno di 48 ore con gli uomini di Repesa impegnati in casa al Forum contro il Brose Bamberg degli “italiani” Trinchieri-Melli,mentre il Panathinaikos andrà a far visita al campo del Baskonia in un match che si preannuncia molto interessante.

Parziali:21-15/17-10/19-15/17-21

Panathinaikos: Singleton 5,Nichols 6,Rivers 10,James 13,Bochoridis,Fotsis,Pappas 10,Feldeine 4,Gist 6,Gabriel 5,Bourousis 2,Calathes 13.All.Pascual X.

Milano:Cinciarini 11,Sanders,Laganà,Macvan 12,Hickmann 4,McLean 2,Kalnietis 4,Abass 15,Pascolo, 6 Radulijca 7.All.Repesa