Euroleague: l’Unicaja espugna il parquet del Fenerbahce, gran duello Nedovic-Sloukas

Nedovic

Ultima partita di regular-season della Turkish Airlines Euroleague 2017-18, con Fenerbahçe e Unicaja che non si giocavano nulla: i turchi erano già matematicamente secondi e gli andalusi ormai fuori dai giochi. Partita comunque combattuta e piacevole, e terminata con vittoria degli spagnoli all’overtime per 91-99.

Dopo un parziale di 4-0 favorevole ai padroni di casa, l’Unicaja perdeva il timore reverenziale verso i campioni in carica e iniziava a giocare una pallacanestro aggressiva e divertente, ribaltando la situazione e portandosi comodamente avanti. Al termine del primo quarto il vantaggio spagnolo era di 14-22, differenza che aumentava all’intervallo, con il risultato fissato sul 36-47 (anche perché il buzzer-beater di Kostas Sloukas in chiusura di periodo era fuori tempo).

Come spesso e volentieri ha fatto vedere sia in Europa che nel campionato domestico, il Fenerbahçe partiva più concentrato nella ripresa, accorciando presto lo svantaggio al di sotto della doppia cifra e chiudendo meglio in difesa. Ci metteva infatti più di due minuti l’Unicaja per mettere a segno i primi punti della seconda metà dell’incontro. Il solito Sloukas risultava determinante, anche se dall’altra parte Nemanja Nedovic trovava il modo di rendersi sempre pericoloso. Il combo-guard serbo, protagonista di recenti rumors che lo vorrebbero all’Olimpia Milano per la prossima stagione, aveva toccato i 16 punti personali dopo tre quarti di gioco. L’Unicaja era avanti 51-59 dopo 30 minuti di gioco.

Una tripla di James Nunnally riduceva lo svantaggio locale al -3, e poi ovviamente lui: Kostas Sloukas pareggiava i conti con un nuovo centro dai 6.75. Nunnally di nuovo da tre dava il vantaggio al Fenerbahçe, ma gli uomini di Joan Plaza non si arrendevano e riuscivano a riportarsi avanti con un 2+1. Scambio di canestri, con gli spagnoli capaci di portarsi anche sul +5, ma James Nunnally riportava avanti i turchi quando mancavano 18 secondi di gioco. Alberto Diaz centrava la tripla dell’81-83 lasciando sette secondi sul cronometro, quando Sloukas (non poteva essere un altro) pareggiava i conti e portava l’incontro all’overtime.

Dopo il vantaggio iniziale di Malaga, Gigi Datome segnava per i padroni di casa, ma James Augustine convertiva un perfetto assist di Nemanja Nedovic e riportava avanti gli ospiti (+5). Nedovic arrotondata le statistiche personali dalla lunetta superando i 30 punti, mentre i locali continuavano a perdere troppi palloni (21 in tutto), gettando così al vento le possibilità di farsi con la vittoria.

Numeri notevoli per i due protagonisti assoluti dell’incontro. Da una parte Kostas Sloukas, autore di 26 punti (con 10/13 dal campo e 5/6 in triple), 7 assist, 5 rimbalzi e 33 di valutazione e dall’altra Nemanja Nedovic, con 31 punti, 8 assist, 4 rimbalzi e 36 di valutazione. Per entrambi i giocatori si tratta del career-high personale in Eurolega. Azzurri meno in evidenza del solito, con 7 punti e 6 rimbalzi per Gigi Datome e 3 punti, 5 assist e 4 rimbalzi per Nicolò Melli.

https://twitter.com/EuroLeague/status/981970458844258306

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *