Theodore è incontenibile e Milano ritrova il sorriso in Euroleague

Milano ritrova la vittoria in Euroleague e lo fa col punteggio di 101-87 contro Malaga mostrando finalmente una pallacanestro offensiva di buonissima qualità.

Le difese non brillano da entrambe le parti, ma Milano trova una circolazione di palla efficace centrando forse quelle che sono le geometrie pensate a inizio stagione. Theodore col suo playmaking (11 assist, sfiorato il record milanese di 12 detenuto da Omar Cook) apre spazi ai compagni ma anche a se stesso, infatti nel secondo tempo trova lo spazio per le sue micidiali giocate al ferro. In netta crescita anche Goudelock che blocca poco il pallone e trova eccellenti tiri dagli scarichi. Da segnalare anche la prova di Kuzminskas che sta lentamente trovando condizione.

Le percentuali da Milano non devono far pensare alla serata fortunata, infatti il 15/24 da 3 è frutto di un ottimo penetra e scarica che ha messo in seria difficoltà la non brillante difesa di Malaga. Ma gli spagnoli sono rimasti in scia con un clamoroso terzo quarto e una grande prova di Brooks (19) e Nedovic (22) ma la scarsa qualità difensiva si è rivelata letale per Malaga.

Olimpia Milano: Goudelock 18, Micov 16, Kalnietis, Tarczewski 7, Kuzminskas 17, Cinciarini, M’Baye 10, Theodore 14, Bertans 5, Jerrells 8, Gudaitis 6

Malaga: Mccallum 3, Soluade 7, Diaz 3, Diez 3, Milosavljevic 2, Nedovic 22, Shermadini 6, Waczynski 5, Brooks 19, Augustine 12, Suarez 5