Prove da Grande per una Milano con un po’ di rimpianti.

EA7 Milano – Fenerbahce Ulker 85 -72

In un orario proibitivo per una Milano che lavora, e per un match che ha poco da dire, il Forum fatica a dare una gran cornice di pubblico; anche se i tifosi Turchi ci sono e si sentono per tutta la gara. Una EA7 fredda e concentrata porta a casa un’altra vittoria che riempie le tasche di autostima e olia gli ingranaggi in vista della prossima partita in programma, contro Siena. Il Fenerbahce ci prova ma non è mai troppo convincente, vuoi l’ottima difesa milanese, e perde qui le ultime speranze di passare il turno.

1°Q: Milano si muove bene e trova punti vicino a canestro con Fotsis e Bourusis ma il Fenerbahce con  qualche tripla di Bogdanovic e con l’atletismo di Gist resta avanti. Ma Harston sembra aver ritrovato la forma migliore entra con energia e trova fallo e canestro. Il punteggio però non si sblocca e anche dopo una tripla di Gentile e 2 punti di Radosevic si chiude il quarto con l’Ulker ancora avanti di 1. (15-16)
2°Q: Subito Gentile segna e prende il fallo, poi Radosevic prima dalla lunetta e poi in schiacciata e l’Olimpia si porta avanti.Tripla di Bremer e dopo un duello sui due fronti Hairston /Gist, che vede 4 punti più un fallo subito per il milanese  e una tripla per l’americano dell’Ulker, Milano allunga.  Sullo scadere ancora Hairston ne mette altri due. 46-40
3°Q:  L’Armani alza ancora di più l’intensità difensiva, Hairston ci prende gusto e non la smette più di segnare. Poi Gentile con una Tripla e Bremer con energia in entrata chiudono un quarto che vede un Fenerbahce che sembra aver già mollato.(66-55)
4°Q: Hiarston è ufficialmente On-Fire e segna in tutti i modi, l’Ulker abbandona mentalmente le ostilità. C’è tempo per una tripla di Cook e un paio di punti del Mancio e la gara si chiude con una larga vittoria Olimpia. (85- 72)

Cosa dire, con i se e con i ma no si va da nessuna parte, inutile dire “se” avessimo vinto una partita in più,  “se” avessimo avuto Hairston e Bremer fin dall’inizio……basta rimpianti si gira pagina felici di questa vittoria e sempre più rinfrancati e rassicurati di essere sulla giusta strada.
Una vittoria importante ma soprattutto una conferma importante: “Malik Hairston è rientrato, eccome se è rientrato!” Tutta la squadra si sta comportando sempre meglio, trovando i giusti tiri e alternando molto bene le soluzioni d’attacco, dando così pochi riferimenti agli avversari; anche la difesa migliora e se manterrà la capacità di avere questa intensità sarà una gatta da pelare per tutti.

Anche Coach Scariolo in conferenza stampa si sofferma il minimo sui rimpianti per aver perso il passaggio del turno, si concentra di più sul buon lavoro svolto dalla squadra in generale ma anche dai giovani sempre più utilizzati, anche contemporaneamente. La squadra migliora e cresce sia come fiducia che come gruppo e questo non può che essere un bene.

©BasketItaly.it – Riproduzione riservata